Provincia / Castellammare di Stabia

Commenta Stampa

Castellammare, Consiglio Comunale approva proposta intitolazione aula consiliare ai magistrati Falcone e Borsellino


Castellammare, Consiglio Comunale approva proposta intitolazione aula consiliare ai magistrati Falcone e Borsellino
22/12/2010, 13:12


CASTELLAMMARE DI STABIA (Na) - A partire da oggi, è dedicata ai magistrati Falcone e Borsellino l’aula consiliare del municipio di Castellammare di Stabia. Il Consiglio Comunale, nella seduta del 22 dicembre, all’unanimità, ha approvato la proposta avanzata, per primo, dal consigliere comunale di opposizione, Antonio Sicignano, leader del Cdl stabiese e sottoscritta successivamente da altri consiglieri comunali, come Salvatore Russo del PD, Michele Costagliela, di Uniti per Stabia e Mario D’Apuzzo del Pdl. «Pensai a questa proposta lo scorso 19 Luglio - ha spiegato Sicignano - ovvero in occasione del 18° anniversario della strage di via D’Amelio, in cui persero la vita il giudice antimafia Paolo Borsellino e la sua scorta. Da allora subito ho registrato un coro di consensi tra i colleghi consiglieri, i quali subito approvarono l’iniziativa in commissione consiliare e ora sono soddisfatto che il Consiglio Comunale abbia finalmente messo il suo assenso conclusivo. Sono ancor più soddisfatto, pertanto, dell’adesione bipartisan che la mia proposta è riuscita a raggiungere in consiglio comunale e tra le varie manifestazione di sostegno non si può non accogliere con piacere anche quella del Primo Cittadino».
«Personalmente sono sempre più convinto che in questi momenti di grave crisi economica e sociale è doveroso e necessario tenere alta la guardia contro il fenomeno camorristico. La politica, pertanto, sulla lotta alle cosche, deve trovare l’unità, senza se e sena ma. Quel giorno che il Primo Cittadino lavorerà ad un patto “anti - criminalità”, coinvolgendo i maggiori leader politici, anche di opposizione, per contrastare i fenomeni malavitosi noi saremo in prima fila a dire la nostra».
«E’ bene mettersi in testa che per raggiungere risultati concreti su questo tema – conclude – bisogna, sia avere fiducia nell’operato delle forze dell’ordine e della magistratura, sia agire per colpire le mentalità, soprattutto dei più giovani. Purtroppo e' sotto gli occhi di tutti come a Castellammare, in molte realta', regni una vera e propria “mentalita' mafiosa”. Compito della politica e' quello di unirsi e di combattere questa mentalita'. Ciò si può fare anche con proposte come quella approvata dal Consiglio Comunale. Si tratta di un gesto simbolico di grande valore morale e sociale, più importante di tante chiacchiere, che può costituire un sicuro deterrente contro la mentalità mafiosa, che i magistrati Falcone e Borsellino hanno sempre dimostrato di voler combattere».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©