Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Cinque le persone arrestate, sigilli dei carabinieri del Nas

Castelvolturno, casa di riposo per anziani trasformata in lager

Ventisei i degenti nella struttura al momento dell’irruzione

.

Castelvolturno, casa di riposo per anziani trasformata in lager
30/12/2013, 11:34

CASTELVOLTURNO – Da casa di riposo a lager per anziani e disabili: cinque, complessivamente, le persone che sono state arrestate dai carabinieri del Nas di Napoli, con l’accusa di sequestro di persona, maltrattamenti e abbandono di incapaci a danno degli ospiti di una struttura di accoglienza di Castelvolturno, in provincia di Caserta. I militari, d’intesa con la Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, hanno eseguito un’ispezione all’interno di una casa di riposo, al fine di verificare le condizioni di salute degli ospiti, il trattamento a cui gli stessi erano sottoposti e la rispondenza dell’attività ricettiva ai requisiti previsti dalla legge. Uno spettacolo agghiacciante quello che i militari del Nas si sono trovati davanti: ventisei persone, di età compresa tra i 45 e gli 85 anni, alcune di esse con evidenti problemi di natura psichica lasciati a se stessi su brande, senza riscaldamenti, in ambienti addirittura senza porte divisorie o danneggiate, nonostante gli stessi ospiti o loro familiari versassero alla struttura una retta di circa 700 euro mensili. Addirittura, sei degli ospiti erano rinchiusi in una mansarda, del tutto privati anche della libertà personale. Immediatamente sono scattate le manette ai polsi del rappresentante legale della struttura residenziale, del titolare, del portiere, di un’operatrice socio-assistenziale e di un inserviente. L’intera struttura è stata posta sotto sequestro e affidata alla custodia del Comune di Castelvolturno, mentre i 26 ospiti rimarranno temporaneamente presso la casa in attesa di essere trasferiti presso centri di accoglienza idonei.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©