Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

"Fiocco- nodo" rosa al porto di Pozzuoli

Caterina Piccirilli,la nuova comandante,giovane e grintosa


.

Caterina Piccirilli,la nuova comandante,giovane e grintosa
03/09/2010, 15:09

POZZUOLI – Attenti, arriva il comandante. O meglio la comandante. Lei è Caterina Piccirilli, una delle tre nuove nomine avvenute pochi giorni fa, che va a colorare di “rosa” il grande golfo partenopeo. L’ammiraglio Domenico Picone ha accompagnato in un ingresso trionfale il comandante uscente, Amedeo Nacarlo, e la new entry, Caterina Piccirilli. Cerimonia inaugurata poi dal saluto ufficiale segnato dal cambio di guarda, ceduto da Nacarlo alla Piccirilli. Diverse le cariche civili e militari presenti in sede, dal capitano dei carabinieri, Roberto Spinola, al vicequestore della Polizia, Paolo Esposito, al comandante della Guardia forestale, alla Guardia di Finanza al comandante della Polizia Municipale, Luigi De Stefano.
In rappresentanza del comune di Pozzuoli vi era Ciro Silvestro, sub commissario dell’ente. Presenti tra gli altri l’associazione Marinai D’Italia e la Lega Navale Italiana.
Anche la Curia ha voluto portare il suo benvenuto. In sala era infatti presente don Tonino Russo
Da tenente di Vascello a comandante. Una promozione, quella arrivata alla trentaseienne napoletana, per i diversi risultati ottenuti, e per l’impegno profuso durante la sua carriera. Degli sforzi riconosciuti dallo stesso ammiraglio. Picone ha rivolto un ringraziamento particolare ad Amedeo Nacarlo che presto si trasferirà all’accademia di Livorno, per ricoprire un ruolo altrettanto prestigioso, quanto più ambito: insegnerà il lungo percorso da affrontare nel Corpo ai cadetti dell’Accademia Navale.
Il Porto di Pozzuoli, una località strategica per il controllo della sicurezza e delle attività produttive del golfo, sarà dunque guidato da una intraprendente militare.
“La realtà cambia, e noi ci adeguiamo. Dieci anni fa in tutti i corpi militari sono giunte delle donne, e le abbiamo guardate con sorpresa. Ora sappiamo che il supporto è fondamentale. Sono brave quanto gli uomini, e spesso anche di più, grazie ad una sensibilità che noi non abbiamo”. È quanto ha sottolineato l'ammiraglio Domenico Picone, direttore del compartimento marittimo della Campania.

Il comandante uscente ha tenuto un discorso di “addio”, ringraziando innanzitutto la città di Pozzuoli, i suoi abitanti, che lo hanno accolto in questi anni, e fatto sentire a casa propria. Poi i pescatori, il personale degli uffici, l’ente comunale, le altre forze militari, per la sinergia messa in campo per contrastare malavita e illegalità. Poi un ringraziamento è stato rivolto agli organi di informazione “sempre puntuali e al fianco della Capitaneria di Porto”. Commosso ha poi salutato i suoi uomini, quelli del corpo che lo ha affiancato nel suo lavoro dicendo loro “di andare avanti sempre, con quella grinta e tenacia che hanno sempre mostrato, anche quando le forze erano ormai allo stremo”. Ha varcato per l’ultima volta l’ingresso del mercato all’ingrosso di Pozzuoli, dove si è svolta la manifestazione, al fianco dell’ammiraglio, ritornando nella sua Livorno.
A Pozzuoli resta Caterina Piccirilli, già innamorata della città. “E’ splendida, e questo è sicuramente un buon approccio, per restarci a lavorare in armonia. Ho trovato del personale preparatissimo, anche  per quanto riguarda il settore amministrativo.
Mi invoglia a lavorare ancora di più, speriamo ora di dare i migliori risultati a cui questo golfo può  mirare”. Ha poi aggiunto : “Conosco bene i vecchi pescatori triestini, persone a volte ruvide ma sempre disponibili al dialogo, non fa differenza che io sia una donna, anche con i pescatori di Pozzuoli ci intederemo”.
Piccirilli, 36 anni laureata in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, formata all’Accademia della Marina Militare di Livorno nell’anno 2001, è sposata, madre di una bambina. Alle sue spalle quattro anni di esperienza al Porto di Trieste, e gli ultimi due a Napoli, dove è stata impegnata territorialmente nell'ambito della sezione Sicurezza della Guardia Costiera napoletana.
Altre due donne nel golfo partenopeo l’accompagneranno in questa avventura. Si tratta del tenente Claudia Di Lucca che ha preso servizio a Torre Annunziata,  e il tenente Flavia Spada, in servizio a Procida dall’8 settembre. 

 

Commenta Stampa
di Elisabetta Froncillo
Riproduzione riservata ©