Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Da sabato scorso è ricoverato per una crisi disidratativa

Chiesa, Caserta: migliorano condizioni di salute del vescovo

Nuovo bollettino medico, si moltiplicano visite in Ospedale

.

Chiesa, Caserta: migliorano condizioni di salute del vescovo
05/09/2013, 10:50

CASERTA - “Stabili e in netto recupero”: vengono definite così, nell’ultimo bollettino dell’Ufficio Comunicazioni Sociali della Diocesi di Caserta, le condizioni di salute del vescovo, monsignor Pietro Farina, ricoverato da sabato scorso nel reparto sub-intensivo della Medicina d’Urgenza dell’azienda ospedaliera “Sant’Anna e San Sebastiano”. Il ricovero, si ricorderà, si era necessario a causa di una crisi disidratativa dovuta alle terapie farmacologiche cui il vescovo si sta sottoponendo, da tempo oramai, per combattere una patologia tumorale. “I parametri vitali del pastore di Caserta sono nella norma e le condizioni cliniche generali permangono stazionarie e in miglioramento”, si legge nel bollettino ufficiale della Curia. Infatti, monsignor Farina, una volta superata la fase critica e non essendo più in coma farmacologico, è vigile e si relaziona con le persone care ed i fedeli che, quotidianamente, gli fanno visita in ospedale. La situazione generale di salute del pastore di Caserta è seguita costantemente dalla comunità diocesana in collaborazione con la direzione sanitaria dell’azienda ospedaliera e verrà aggiornata ogniqualvolta si presenteranno variazioni rilevanti del quadro clinico. Per la salute del pastore diocesano si stanno mobilitando tutte le associazioni, a partire da quella degli Accollatori di Sant’Anna, che hanno invitato tutta la comunità diocesana, per bocca del presidente Giampiero D’Amelio, a pregare per monsignor Farina. Intanto, anche il nuovo pastore di Capua, monsignor Salvatore Visco, ha reso visita in queste ore a monsignor Farina.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©