Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Tra processione, sante messe e la benedizione di Spinillo

Chiesa in festa, a Caserta le reliquie di Santa Bernadette

Il 23 novembre anche un convegno promosso dall’Unitalsi

.

Chiesa in festa, a Caserta le reliquie di Santa Bernadette
08/11/2013, 10:24

CASERTA - L’Unitalsi e la Parrocchia del Buon Pastore di Caserta hanno accolto le reliquie di Santa Bernadette. Il cuore del messaggio è stato l’invito alla conversione. “Ci piace ricordare - spiega don Antonello Giannotti, vicario episcopale per la testimonianza della carità – come il culto delle reliquie stesse, antichissima pratica cattolica, desideriamo viverlo come comunione con la Santa, ricordo della risurrezione dei corpi e, particolarmente, come presenza dello spirito della Santa, la cui esemplare vita cristiana vuole essere ispirazione anche per il nostro quotidiano”. Diverse le iniziative collaterali organizzate, per richiamare ancor più l’attenzione dei fedeli che, numerosi, hanno risposto all’invito: una processione con, in testa, le reliquie della santa, la celebrazione del santo rosario, una serie di messe straordinarie e, per finire, la benedizione di monsignor Angelo Spinillo, vescovo di Caserta e amministratore apostolico della Diocesi di Caserta. Santa Bernadette fu protagonista delle 18 apparizioni mariane alla grotta di Massabielle, appena fuori la Lourdes del tempo, dall’11 febbraio al 16 luglio del 1858, visse con esemplare umiltà l’esperienza dell’incontro con l’Immacolata Concezione, da lei chiamata “Bianca Signora”, ritirandosi successivamente, nel 1866, presso la congregazione delle Suore dell’Ospizio in Nevers dove svolse il servizio di infermiera e sagrestana; furono anni di sofferenze, non solo fisiche, e Bernadette, pur giovane, visse in prima persona l’esperienza della malattia sino alla morte, all’età di 35 anni. La proclamazione della santità non è direttamente legata alle apparizioni, ma alla sua testimonianza di vita cristiana. Intanto, in occasione del 110° anniversario di fondazione dell’Unitalsi, la sottosezione di Caserta ha organizzato un convegno, per il prossimo 23 novembre, in Cattedrale, per offrire una riflessione sul rapporto tra “fede e guarigioni miracolose” ricordando anche la figura di Santa Bernadette. Interverranno, tra gli altri, monsignor Spinillo, don Giannotti, il presidente del Bureau Medical di Lourdes, Alessandro De Franciscis e la signora Danila Castelli, 69esima ed ultima guarigione miracolosa riconosciuta a Lourdes; a moderare i lavori don Nicola Lombardi, presidente dell’Istituto di Scienze Religiose “San Pietro”.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©