Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Cingalese violentata, Del Giudice: “ognuno rifletta sulle proprie responsabilità”


Cingalese violentata, Del Giudice: “ognuno rifletta sulle proprie responsabilità”
08/09/2011, 16:09

“E’ avvilente dover apprendere, ancora una volta, di un episodio di violenza consumato in un call center di Piazza Dante, per di più, ai danni di una ragazza minorenne dello Sri Lanka, nei confronti della quale vorrei esprimere tutta la mia vicinanza e solidarietà”. Lo ha affermato l’assessore alle pari opportunità della Provincia di Napoli, Giovanna Del Giudice, commentando la notizia dell’arresto dell’aggressore mentre tentava di tornare nel suo paese.
“Non bisogna fare l’errore di ritenere questo caso diverso dagli altri - ha aggiunto la Del Giudice - solo perché l’atto di violenza è stato commesso da uno straniero o perché la vittima è una donna straniera. Alla base di ogni violenza sessuale c’è, infatti, un retaggio culturale sedimentatosi nei secoli, in tutto il mondo, che purtroppo ancora oggi non riusciamo a sradicare. Si tratta, quindi, di un problema culturale e strutturale dell’intera società, poiché è il frutto di rapporti impari e discriminatori tra i due sessi che la società continua, se non a promuovere, almeno a non rinnegare completamente”.
“Non mi stancherò mai di ripetere, infatti, che la violenza sulle donne non è mai un problema isolato che riguarda le singole donne vittime della violenza.
Ognuno di noi deve riflettere sulle proprie responsabilità rispetto a questa orrenda piaga della società e deve essere consapevole che nell’agire e nel confrontarsi con gli altri, anche nei momenti più semplici della vita quotidiana, ha l’opportunità di trasmettere qualcosa, in positivo o in negativo, di fornire esempi e modelli di comportamento corretti o meno. Sono innanzitutto gli individui e le comunità che possono e devono fare la differenza nel riuscire a sovvertire le culture violente” – ha concluso l’assessore Del Giudice.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©