Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Presentato ricorso al Tar sulle spese pazze

Cittadinanza Attiva denuncia gli sprechi Comune -video


.

Cittadinanza Attiva denuncia gli sprechi Comune -video
28/02/2014, 13:17

NAPOLI - Santa legge 241 del 1990, un decreto che sta andando di traverso al comune di Napoli che si è visto in questi mesi radiografato da quelli di Cittadinanza Attiva che, delibere alla mano, hanno denunciato gli sprechi per milioni e milioni di euro su quelli che tutti conoscono come i grandi eventi. Scelte scellerate dall’amministrazione de Magistris che, caldeggiate da chi ha mosso i fili di tutta la questione big events, ha permesso spese folli per le quali la magistratura ordinaria e contabile hanno ipotizzato svariati reati, provocando tuoni e fulmini anche in sede UE. Le carte, quelle che sono riusciti  mettere insieme quelli di cittadinanza attiva avvalendosi della legge sulla trasparenza amministrativa, parlano chiaro: si parte della spese extra per America’s cup, evento già di per se interessato da una maxi inchiesta divisa in più filoni, fino al mezzo milione di euro che Palazzo San Giacomo ha dovuto sborsare al Corriere dello Sport per avere per avere una tappa del giro d’Italia in città. E ovviamente viene da chiedersi come è possibile che in uno stato di pre dissesto si metta mano ad una somma impegnativa per assicurare  un evento sportivo e non l’ordinarietà che comunque è mancata. Su queste ed altre circostanze il movimento ha presentato un ricorso articolato e dettagliatissimo al Tar, dove tre le altre cose il Movimento ricorda ai giudici e all’opinione pubblica, come il lungomare sia inserito in uno dei piani di fuga dalla protezione civile, e quindi non possa essere pedonalizzato come intende invece fare il Comune di Napoli.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©