Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Vasta operazione dei carabinieri del nucleo investigativo

Colpi in gioiellerie, sgominata banda di rapinatori nel Casertano

Tra i nove arrestati, sei sono donne: tutte del napoletano

.

Colpi in gioiellerie, sgominata banda di rapinatori nel Casertano
26/03/2013, 12:13

CASERTA - E’ scattata alle prime luci dell’alba di oggi una vasta operazione, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, finalizzata alla disarticolazione di una banda di rapinatori specializzata nella commissione di efferate rapine a mano armata in danno di diverse gioiellerie della provincia di Caserta. A sgominare la banda di rapinatori sono stati i carabinieri del nucleo investigativo di Caserta. Entrando più nei dettagli, l’indagine ha fatto piena luce sulla commissione di numerosi eventi delittuosi posti in essere in un brevissimo lasso temporale ad opera di nove indagati, quasi tutti originari dell’hinterland napoletano. La banda di rapinatori era capeggiata da un gruppo di donne e, secondo gli inquirenti, è ritenuta responsabile di rapine a mano armata nel casertano. Tra le persone arrestate, sei sono donne, tutte originarie, come si diceva, della provincia di Napoli, che secondo le indagini hanno coordinato i numerosi colpi messi a segno nelle gioiellerie. A finire in manette ad opera dei militari dell’Arma sono stati: Raffaele Mussolino, classe ’75, Concetta Bocchetti, classe ’74, Daniela Mazza, classe ’91, Raffaella Verde, classe ’75, Valentina Licciardi, classe ’81, Saverio Tarantino, classe ’81, Celeste Caiazzo, classe ’90, e Assunta Chiarazzi e Gianluca Grillo, il cui anno di nascita non è stato reso noto nel comunicato diramato dal nucleo investigativo di Caserta.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©