Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Per la Regione la proposta è fattibile

Comune di Liternum: prosegue la lotta del comitato


Comune di Liternum: prosegue la lotta del comitato
27/09/2010, 16:09

POZZUOLI (NA) - “Dopo un periodo di pausa dovuto ai tempi tecnici per l'insediamento della nuova Giunta Regionale – rende noto il coordinatore del Comitato Liternum, Marco Di Vaio- riprendiamo il nostro cammino verso il Comune Autonomo.Il nostro è un progetto ambizioso e complesso che richiede, come abbiamo più volte ribadito, tempi lunghissimi.Qualcuno ha interpretato la pausa tecnica come un segnale di resa. Non è così! Ci siamo e siamo più motivati che mai. Attendiamo gli effetti che avrà la Legge Finanziaria sui bilanci degli Enti Locali, dopodiché si ripartirà con una serie di iniziative mirate verso il Consiglio Regionale e di eventi di aggregazione con chi ha sostenuto e sostiene il progetto Liternum”.
Continua, dunque, la lotta del Comitato volto a dividere la fascia costiera dal comune di Giugliano per la nascita di un nuovo comune autonomo, denominato “Liternum”, il cui territorio coinciderebbe con i confini delle ex Circoscrizioni di Lago Patria e Licola-Varcaturo.
Dopo il mancato parere del comune di Giugliano e della Provincia di Napoli, il consiglio della regione Campania ha dichiarato fattibile la proposta di istituzione di nuovo Comune. Il sì del consiglio regionale viene giustificato da una dettagliata relazione in cui si evidenziano tutti i motivi di carattere storico, culturale, religioso e pratico a supporto di detta richiesta. La Regione ha comunque precisato che “l’istituzione di nuovi Comuni o la modifica di Circoscrizioni dei Comuni ha come unico vincolo imposto al legislatore regionale dal dettato costituzionale nella “condivisione” da parte della collettività locale ai cambiamenti territoriali e di denominazione. Nel caso di specie ci troviamo di fronte ad una materia di competenza regionale che può essere intrapreso e completato con successo”.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©