Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Assessore Romano in volo sulla costa flegrea

Condotta sottomarina:giro in elicottero per intervenire


Condotta sottomarina:giro in elicottero per intervenire
20/09/2010, 19:09

BACOLI - Un dibattito sulle emergenze ambientali e un sopralluogo aereo lungo la costa domitio-flegrea con l'assessore regionale all'Ambiente, Giovanni Romano e l’onorevole Pietro Diodato. Con loro il sindaco, Ermanno Schiano, l'assessore comunale all'Ambiente, Giuseppe Scotto di Vetta, il presidente del Consiglio comunale, Aniello Savoia, con il presidente della Commissione Mare e laghi, Josi Gerardo Della Ragione. Hanno partecipato ad un incontro organizzato dall'associazione Costa dei Sogni al lido Kanatè al Fusaro.
Presenti anche anche il sindaco di Monte di Procida, Francesco Paolo Iannuzzi e il sindaco di Castel Volturno, Antonio Scalzone; durante il summit si è discusso delle emergenze ambientali legate al depuratore regionale di Cuma Licola, dei Regi Lagni, del mare domitio- flegreo con i laghi Fusaro e Miseno; a seguire è stato effettuato con un elicottero un sopralluogo aereo della linea di costa che da Miseno Miliscola si estende ai Regi Lagni. "Abbiamo programmato un ulteriore incontro - afferma il sindaco di Bacoli, Ermanno Schiano - siamo propensi ad una riunione tra tutti i sindaci del litorale alla presenza dell'assessore regionale al fine di fare il punto delle emergenze che interessano il litorale. Fondamentali la disostruzione delle foci lacustri, il risanamento dei laghi e la riqualificazione del depuratore regionale per la cui gestione la Regione si accinge ad emettere un bando".
L'assessore Scotto di Vetta e il consigliere Della Ragione, e il presidente Savoia affermano: "Miriamo anche ad una migliore rete fognaria e a conseguire la Bandiera Blu, usufruendo dei fondi Fas e di 50 milioni di euro previsti per risanare i laghi flegrei".
L'assessore regionale Romano ha invece affermato: "Per il recupero della costa campana ci sono 1 miliardo e 700milioni. Prioritaria risulta, alla luce di questo sopralluogo, una conduttura sottomarina per il depuratore di Cuma, da inserire nel nuovo bando regionale per la gestione dei depuratori gestiti dalla Hydrogest fino a poco fa. L'attenzione è alta anche per i bacini lacustri flegrei, ma la situazione ambientale peggiore risulta quella dell'area giuglianese".
Convinzioni su cui si è soffermato anche Montefusco: “Avere un mare più pulito ed una costa maggiormente popolata da bagnanti è un obiettivo possibile. La nostra battaglia per ottenere la condotta sottomarina continuerà anche in autunno. Siamo contenti - continua il rappresentante legale dell'associazione Costa dei Sogni, da anni impegnata su tale deficienza ambientale - dell’interessamento manifestato da parte dell’assessore e dei Comuni interessati dall’inquinamento, a cui chiediamo di ragionare in un’ottica globale e non solo particolare. Miriamo ad ottenere la condotta sottomarina per un mare più pulito. Fondamentale per la tutela e il rilancio della linea di costa domitio-flegrea è la sinergia tra la Regione e i Comuni".

Commenta Stampa
di Elisabetta Froncillo
Riproduzione riservata ©