Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Confesercenti Caserta. Nozze della Campbell alla Reggia, lettera al ministro Bondi


Confesercenti Caserta. Nozze della Campbell alla Reggia, lettera al ministro Bondi
06/08/2010, 16:08

“Rispetto all’evento che in questi giorni riempie la pagine dei giornali locali e riguardante il desiderio della top model internazionale Naomi Campbell, a nome della Confesercenti mi sento di esprimere un parere favorevole rispetto alla possibilità di ospitare un evento di caratura mondiale che proietterebbe ancor di più il monumento vanvitelliano nel panorama dei monumenti più famosi e prestigiosi”. Così scrive il presidente provinciale della Confesercenti Maurizio Pollini nella lettera inviata, ad inizio settimana, al Ministro dei Beni Culturali Sandro Bondi.
“Per il nostro territorio, troppo spesso agli onori della cronaca per fatti ed episodi deplorevoli, si tratta – si legge nella missiva al rappresentante di governo - di una irripetibile occasione di rilancio e di riscatto da tenere in seria considerazione. Noi – incalza Pollini - la consideriamo un’opportunità, un’opportunità straordinaria legata alla celebrità del personaggio, alla sua capacità di creare echi di informazione a tutti i livelli e in tutti i contesti internazionali. Già adesso, sul semplice pronunciamento di un desiderio, il marchio Caserta è salito alla ribalta della cronaca con un effetto promozionale che nessun investimento nel settore potrebbe eguagliare”.
Quindi, il presidente della Confesercenti evidenzia: “Vero è che nel contempo ci rendiamo conto che ci sono regole e regolamenti da rispettare e osservare, dei quali si chiede lo scrupoloso rispetto, ma sarebbe un peccato bocciare aprioristicamente la possibilità di legare il momumento vanvitelliano a un personaggio internazionale, quale quello in questione, capace di attrarre l’attenzione dei mass media di ogni Paese.
La Confesercenti Provinciale di Caserta – glossa Pollini - ha sempre auspicato la promozione del nostro territorio e il rilancio economico attraverso le eccellenze che Terra di Lavoro offre in termini di monumenti, itinerari, chiese, prodotti enogastronomici, realizzazioni artigianali”. Da qui la richiesta al ministro “di dare la possibilità alla opinione pubblica internazionale di conoscere Caserta e la sua provincia per le bellezze, la storia, la cultura e le tante tradizioni”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©