Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Il neo-segretario discute del progetto Waterfront

Congresso cittadino del Partito della Rifondazione Comunista

Zanni: "A Pozzuoli non possono speculare sulla gente"

Congresso cittadino del Partito della Rifondazione Comunista
16/11/2011, 12:11

POZZUOLI (NA) - Si è tenuto domenica 13 novembre il congresso del circolo "La Rana" del Partito della Rifondazione Comunista di Pozzuoli. Rispetto al 2010 il circolo ha raddoppiato gli iscritti e conta al suo attivo l'apertura di una sede e la Festa Provinciale a Piazza a Mare. Negli ultimi mesi il Prc è presente sul territorio flegreo nelle battaglie sui rifiuti, contro i progetti di speculazione immobiliare sulla linea di costa e con l'organizzazione, insieme ad altri soggetti del territorio, della partecipazione alla manifestazione del 15 ottobre a Roma.  A proposito del progetto Waterfront e delle altre vertenze, il neosegretario cittadino, Emanuele Zanni, dichiara: "A Pozzuoli non possono speculare sulla pelle della gente. La costruzione di un soggetto di movimento contro il Waterfront, contro la discarica e per il rilancio delle periferie a partire da Monterusciello saranno i prossimi ed immediati impegni del circolo".

Al congresso si è discusso anche e soprattutto della fase politica nazionale ed europea pertanto si è chiesto un impegno per un chiaro segnale di rilancio del blocco democratico e di opposizione sociale alla crisi al fianco dei ceti popolari e dei lavoratori.
"Saremo al fianco dei giovani senza futuro - dichiara Zanni - al fianco degli inquilini di Monterusciello, per ridare dignità ai ceti popolari. La Pozzuoli popolare rialzerà la testa. Ci troveremo a fare le battaglie sul territorio, in un contesto nazionale dove il governo di Mario Monti all'insegna del neoliberismo, dei diktat della Banca Centrale Europea e dei grandi capitalisti, preparerà un massacro sociale per i ceti popolari. Sarà dura, ma i comunisti e la Sinistra a Pozzuoli non si tireranno indietro per dare voce a chi non ce l'ha, per resistere e lottare nella terribile crisi che ci attende". Il Circolo ha votato il Documento Congressuale Numero 1, documento sostenuto da una ampissima maggioranza (dal segretario provinciale Antonio D'Alessandro al Segretario nazionale Paolo Ferrero). E' stato eletto inoltre il collegio di garanzia il cui presidente è Vincenzo D'Oriano, compagno di lunga esperienza nelle battaglie dei comunisti a Pozzuoli. Il Circolo, con continuità e capacità di rinnovamento, si è riorganizzato grazie a tantissimi nuovi compagni e a quelli che già c'erano e che hanno continuato ad esserci.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©