Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Le decisioni di rincaro pesano sulle fascie più deboli

Consumatori: Conforti contro il decreto Caldoro sulla Sanità


Consumatori: Conforti contro il decreto Caldoro sulla Sanità
11/10/2010, 17:10

Caserta – Contro il decreto regionale che aumenta di 2 euro il ticket sulle ricette ed impone una tassa sulle visite specialistiche, si scaglia la Lega Consumatori del capoluogo di terra di Lavoro. E’ stato proprio per pugno del commissario alla Sanità in Campania, Stefano Caldoro, che a partire dal 1 ottobre, è stato aumentato il ticket sia per l'accesso al Pronto soccorso sia sulle ricette, benché la spesa farmaceutica della nostra regione registri ormai già da qualche tempo una sensibile flessione, segnando esiti di bilancio al di sotto della spesa media nazionale. Per questi motivi il presidente della Lega Consumatori Vito Conforti, ha manifestato il suo dissenso al provvedimento che ovviamente colpisce le classi più deboli. "Il Commissario On. Stefano Caldoro, - ha commentato il Presidente Conforti, - se pensa di aver risolto i problemi del settore con l'introduzione del ticket sulle ricette ha sbagliato di grosso. Le nuove Tasse introdotte, peseranno sensibilmente sui bilanci familiari già compromessi dalla grave crisi economica che attraversiamo e arrecheranno gravi disagi in particolare agli ammalati cronici e agli anziani”. Conforti ha poi concluso: La regione, a mio avviso, dovrebbe adoperarsi maggiormente per evitare gli sprechi, per ridurre le liste d'attesa, per il riequilibrio tra la sanità pubblica e quella convenzionata e per il potenziamento della sanità territoriale”.


Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©