Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Panchine imbrattate e cartelli divelti: scatta la protesta

Cresce la sequela di atti vandalici a Monterusciello

I cittadini lanciano un appello alla futura amministrazione

Cresce la sequela di atti vandalici a Monterusciello
11/05/2011, 09:05

POZZUOLI (NA) - Un segnale stradale sradicato con violenza dalla sua base e abbandonato da giorni lungo la strada. L’inciviltà nel megaquartiere popolare di Monterusciello registra un forte incremento nelle ultime settimane. Tabelle che segnalano le fermate dei pullman che non esistono più, segnali stradali danneggiati, pali che non portano alcuna indicazione: queste le cornici principali della cittadina, che ha offerto riparo agli sfollati delle crisi bradisismiche degli anni Ottanta. “Non è la prima volta che Monterusciello deve fare i conti con questi vandalismi - ci racconta un residente del posto – Più volte ci siamo trovati di fronte a tali scempi. Abbiamo allertato anche gli enti preposti per le paline dei bus e per altri cartelli stradali. Si tratta di una situazione che bisogna fronteggiare, qui si rischia di fare incidenti gravi senza la segnaletica”. Ma chi sono gli autori di tali gesti? “Solitamente si tratta di ragazzini annoiati, che non si rendono nemmeno conto di quello che combinano. Non sono consapevoli che fanno un danno anche a loro stessi, visto che solitamente il riposizionamento dei cartelli viene pagato dai cittadini stessi” prosegue il residente con tono adirato, che preannuncia il progetto di una petizione per sensibilizzare l’amministrazione sul problema dell’incuria e della scarsa razionalità nella segnaletica. E’ una fotografia poco edificante quella del megaquartiere puteolano, frutto dell’inciviltà di alcuni cittadini e di un’eccessiva dose di disattenzione da parte delle istituzioni. “Non ci sono misure preventive per disincentivare il più possibile gli atti di vandalismo nei confronti del patrimonio pubblico – afferma una donna, mentre ci indica alcune panchine imbrattate e vittime di atti vandalici – Ci auguriamo che la futura amministrazione comunale possa prendersi cura di questa cittadina e soprattutto dell’arredo urbano”. La periferia di Pozzuoli continua, intanto, ad essere anche vittima di furti ricorrenti. In aumento i disagi per la pubblica illuminazione in alcune aree più periferiche, dove dai pali elettrici è stato sottratto il rame, il famigerato “oro rosso”.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©