Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Bilancio della compagnia di Piedimonte Matese

Criminalità, 10 arresti e 40 denunciati dall’Arma

Diversi i sequestri operati, refurtive recuperate

.

Criminalità, 10 arresti e 40 denunciati dall’Arma
04/03/2013, 11:16

PIEDIMONTE MATESE - Dieci arresti, quaranta persone denunciate o sottoposte a misure di prevenzione e numerosi sequestri: questo il bilancio dei carabinieri della compagnia di Piedimonte Matese, nel corso di operazioni che hanno avuto come unico obiettivo quello di garantire la sicurezza e contrastare fenomeni di criminalità e di illegalità in tutti i comuni dell’Alto Casertano. Le attività portate avanti ininterrottamente giorno per giorno nel mese di febbraio appena concluso, hanno visto un notevole impegno da parte dei militari delle locali Stazioni e del Nucleo Operativo e Radiomobile. Le 10 persone tratte in arresto si sono rese responsabili, a vario titolo, di reati che vanno dall’estorsione al furto aggravato, dallo spaccio di stupefacenti ad altri reati contro il patrimonio e la persona. Recuperata anche refurtiva del valore di svariate centinaia di euro. Le 40 persone denunciate all'Autorità Giudiziaria dovranno invece rispondere di reati contro l'ambiente e la salute pubblica, come l'abusivismo edilizio o violazioni in materia di prevenzione degli infortuni sul lavoro e in materia di smaltimento illecito di rifiuti; di reati contro la sicurezza stradale, come la guida in stato di ebbrezza; fino ad altri reati di particolare allarme sociale come quelli di truffa, commercio abusivo, minacce, danneggiamento, lesioni personali, insolvenza fraudolenta e assenteismo nella pubblica amministrazione. Nel corso delle varie operazioni sono finiti sotto sequestro un’area di circa 1.000 mq, adibita a discarica abusiva, scoperta nel Parco del Matese, dove erano stati sversati oltre 10 quintali di rifiuti speciali. Altri cinque quintali di materiali inquinanti sono stati sottoposti a sequestro mentre venivano trasportati a bordo di un camion. Sigilli anche per un fabbricato destinato a private abitazioni, del valore di 200mila euro, e merce contraffatta per un valore di circa mille euro. Notevole poi l'impegno profuso nei servizi di ordine pubblico, come garantire il regolare svolgimento delle elezioni politiche in tutti i Comuni dell'Alto Casertano. Nel corso del mese per cinque militari è stato conferito un "encomio" per aver sventato una rapina a mano armata presso un ufficio postale alla fine dell'anno 2011.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©