Provincia / Torre del Greco

Commenta Stampa

Scontro tra cittadini e Amministrazione Comunale

Crollo corso Garibaldi, gli sfollati rifiutano le roulottes


Crollo corso Garibaldi, gli sfollati rifiutano le roulottes
25/01/2011, 14:01

TORRE DEL GRECO - Senza casa e senza certezze. Resta una storia complicata quella delle sedici famiglie torresi che dieci giorni fa hanno dovuto abbandonare i propri appartamenti siti in uno stabile fatiscente di corso Garibaldi. Il crollo del solaio, le pareti che tremavano ed il forte rischio crollo dell’edificio costrinsero più di 70 persone a diventare nomadi per pochi giorni. Giorni che stanno diventando lunghe settimane di attesa. Negli ultimi dieci giorni il Comune di Torre del Greco si è accollato le spese di mantenimento dei nuclei familiari presso un albergo di Trecase. Lì, le sedici famiglie torresi, potranno restare fino a domani mattina. Il passo successivo è il nuovo sfratto, stavolta dalle camere d’albergo. Molte famiglie sono, però, tutt’ora senza un tetto, né la possibilità reale di potersi appoggiare per periodi straordinari ad un familiare. Un problema nel problema è ora come poter garantire un tetto a questi sfortunati cittadini. Una certezza provano a darla da Palazzo Baronale. Agli sfollati di corso Garibaldi è stata offerta la possibilità di soggiornare in alcune roulotte prive del posto di guida messe gentilmente a disposizione dalla protezione civile. Una possibilità estrema, certo, ma che almeno può garantire un punto di riferimento confortevole per le famiglie disagiate. Una proposta che, però, non tutti hanno preso per buona. Solo uno dei sedici nuclei familiari, infatti, ha accettato il momentaneo trasferimento in roulotte. Le altre famiglie chiedono invece all’amministrazione comunale dei contributi economici per garantirsi l’affitto di camere per i giorni a venire. La situazione resta ingarbugliata. Difficile che il comune di Torre del Greco si pieghi alle richieste degli sfollati, ancora una volta privi di certezze.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©