Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Cuma, Verdi e freebacoli: "Catastrofe al Depuratore, Mare Ricoperto dalla Melma"


Cuma, Verdi e freebacoli: 'Catastrofe al Depuratore, Mare Ricoperto dalla Melma'
30/03/2012, 10:03

"Tante parole, pochi fatti dalla Regione Campania - denunciano il commissario regionale dei Verdi Ecologisti Francesco Emilio Borrelli e freebacoli - una sola certezza: inquinamento costante. Sono questi i tre procedimenti logici che segnano inesorabilmente la fine del litorale domitio-flegreo, martoriato ancor 'oggi dalle tonnellate di melma riversate ogni minuto in mare dal Depuratore Regionale di Cuma-Licola. Sversamenti che in questi giorni sono aumentati notevolmente e che temiamo siano composti di liquame per nulla depurato".
"Una foce, quella che sorge proprio a pochi metri dalla foresta di Cuma (anch’essa Sito d’Interesse Comunitario) - continuano - che tra il disinteresse delle istituzioni e cittadini tutto sommato ancora ben lontani dalla calda estate, continua inesorabile a gettare in battigia un flusso costante di liquido maleodorante e sporco. Scenario impressionate a cui s’aggiunge il tanfo insopportabile che contraddistingue l’intera zona dove, nonostante i divieti ed i recenti trascorsi vissuti tra le illegalità delle corse di clandestine volute dal clan Nuvoletta, non disdegna di essere anche una sorta di campo d’addestramento per il trotto di cavalli, unici veri proprietari di un litorale tanto esteso quanto non balneabile e luogo di prostituzione per uomini e donne che si appartano in scenari immondi e luridi".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©