Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Napoli città degli eccessi anche nei condoni

Dall' abusivismo al condono :100mila domande attendono una proposta di legge

Sindaci anti ruspe si incatenando davanti Palazzo Chigi

.

Dall' abusivismo al condono :100mila  domande attendono una proposta di legge
30/03/2011, 15:03

NAPOLI - Si sa Napoli è la città degli eccessi in tutti i campi; e per non essere da meno anche il “mattone selvaggio” rivendica il suo record: ben 100mila richieste di condono, che sintetizzano gli ultimi trenta anni di abusi edilizi in città, questo è quanto emerge dagli uffici della Procura di Napoli. Abusi che vanno dai semplici ampliamenti dei balconi alla costruzione di interi fabbricati. E cosi nel corso degli anni grazie ad alcune leggi come: Legge 47 del 1985, la 724 del 1994, la 326 del 2003, le istanze di condono hanno raggiunto quasi quota centomila. A fare chiarezza sulla questione i vertici della Procura generale. La taskforce guidata da Luigi Mastrominico si avvale della collaborazione dei vice pg Ugo Ricciardi e Giuseppe Lucantonio; incaricati di costruire una nuova mappa dell’ edilizia illegale e delle relative richieste di condono, che assumono aspetti e entità diverse asseconda della loro ubicazione. Infatti analizzando il territorio cittadino si evince che gli abusi commessi nel centro storico si possono identificare come piccole modifiche alle costruzioni già esistenti, mentre si passa alla realizzazione di palazzi nella periferia che sorgono dal nulla nel giro di due, tre giorni. Questo chiaramente senza tenere conto, assolutamente anche delle zone rosse quelle definite ad alto rischio geologico. Ma il colmo si raggiunge quando poi vengono indette manifestazione di protesta, capitanate dai Sindaci dei Comuni dove vengono commessi gli abusi edilizi. Come è avvenuto stamane a Palazzo Chigi che ha visto in trincea i Primi Cittadini ed i comitati di alcune province che vanno dai Monti Lattari ad Ischia passando per Pozzuoli.
L’ imperativo categorico dei Sindaci è “ Fermare le ruspe” Singolare sponsor della manifestazione ‘ Onorevole Marco Pannella, che ha espresso la sua solidarietà ai Rappresentanti dei Comuni indossando la casacca con su scritto “Bloccate le Ruspe! “ e incatenandosi insieme con gli altri partecipanti

Commenta Stampa
di Antonio Sarracino
Riproduzione riservata ©