Provincia / Ercolano

Commenta Stampa

La denuncia del consigliere di Portici, Francesco Portoghese

Danno ambientale: liquami in mare ad Ercolano e San Giorgio

Scarichi fognari arrivano direttamente nelle acque marine

Danno ambientale: liquami in mare ad Ercolano e San Giorgio
03/03/2011, 10:03

ERCOLANO - Presenza di scarichi fognari in mare nell’area vesuviana. Dopo il percolato, abbandonato alle acque costiere dagli addetti allo smaltimento dei rifiuti, un altro pericolo invade il mare del Golfo di Napoli. Stavolta l’inquinamento acquifero riguarda molto da vicino l’area vesuviana. La denuncia è partita dal consigliere comunale di Portici, Francesco Portoghese, il quale ha inviato ripetute segnalazioni al Nucleo Operativo Ecologico dei Carabinieri riguardo allo scarico di liquami in mare nei territori comunali di Ercolano e San Giorgio a Cremano. Le segnalazioni da parte di Portoghese si riferiscono alla presenza di uno scarico fognario a mare esistente nel territorio comunale di Ercolano, presso via Marittima, area ex macello comunale, nonché di un ulteriore scarico in corrispondenza di via Quattro Orologi, strada che collega Torre del Greco ad Ercolano. In questi due punti, tra loro peraltro non molto lontani, le acque delle fogne finiscono direttamente nelle acque marine. Stessa cosa capita a San Giorgio a Cremano, dove è stata segnalata la presenza di uno scarico fognario nei pressi del museo ferroviario di Pietrarsa. Al Procuratore, Aldo De Chiara, al sindaco di Portici, Enzo Cuomo, alla Capitaneria di porto di Torre del Greco e al Nucleo Operativo Ecologico Carabinieri, Portoghese ha ora inviato una dettagliata documentazione di quanto denunciato, con presenza di scatti fotografici e video. La parola, adesso, passa alle autorità addette alla difesa dell’ambiente presenti nei territori in questione.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©