Provincia / Castellammare di Stabia

Commenta Stampa

Necessario procedere con urgenza a ridisegnare Campania

Decreto anti abbattimenti, Bobbio plaude Taglialatela


Decreto anti abbattimenti, Bobbio plaude Taglialatela
28/05/2010, 21:05

CASTELLAMMARE DI STABIA – Dopo l’approvazione del decreto legge blocca ruspe in Campania, arriva il commento del sindaco di Castellammare di Stabia, Luigi Bobbio: “Siamo stufi di questo ormai vecchissimo ambientalismo di maniera e, più in generale, di una furia vincolistica territoriale senza se e senza ma, che – partorita negli anni Settanta dall'ambientalismo di sinistra – fa oggi proseliti anche nel centrodestra, a volte poco attento alle necessità dell'analisi. È stato questo vincolismo indifferenziato, infatti, una delle cause del devastante abusivismo edilizio e della sottostrutturazione produttiva della nostra regione, ritrovatasi per leggi nazionali e regionali stritolata nella morsa di vincoli generalistici calati sul territorio senza una attenta e analitica valutazione dello stesso che, invece, avrebbe potuto fare dei vincoli stessi una risorsa”. Bobbio conferma la sua opinione conforme a quella di Marcello Taglialatela circa la necessità non rinviabile di procedere, con urgenza, a ridisegnare il territorio campano attraverso una nuova geografia vincolistica di tipo paesaggistico, ambientale e archeologico, “modulata in maniera attenta e consapevole  - afferma il primo cittadino stabiese - sulle concrete realtà territoriali e, quindi, sulle reali necessità di tutela, e non più imposta come una camicia di forza su aree indistinte, composte sia da zone per le quali i vincoli stessi sono effettivamente indispensabili, ma anche da zone per le quali i vincoli non trovano una reale necessità nello stato delle cose, ma rispondono solo a dettami ideologici o alla incapacità di chi li impone di distinguere in concreto dove ci vogliono e dove no”. “La condanna e la lotta all'abusivismo”, ha concluso Bobbio, “deve trovare le sue basi anche, a monte, in un corretto governo del territorio”.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©