Provincia / Ischia

Commenta Stampa

Denuncia dei Verdi: scempio edilizio sull'isola d'Ischia


Denuncia dei Verdi: scempio edilizio sull'isola d'Ischia
22/08/2012, 12:27

ISCHIA (NAPOLI) - Blitz dei Verdi Ecologisti stamattina ad Ischia nella ex pineta di Casamicciola dove la Forestale cominciò a realizzare nel 2009 una nuova caserma dove spostarsi da quella dove sono ubicati attualmente. I lavori furono bloccati ben due volte dall' allora Sindaco del comune ischitano Vincenzo D' Ambrosio e dai Verdi Ecologisti che arrivarono anche ad incatenarsi per fermare lo scempio. Alla fine il Tar diede per ben due volte ragione agli ambientalisti ed il cantiere, dove purtroppo era avvenuta una vera e propria devastazione ambientale, fu sequestrato dalla Magistratura. L’ipotesi investigativa verteva sul fatto che, per aggirare i rigorosi divieti di edificazione sull’isola, sottoposta a vincoli paesaggistici, «la caserma stava sorgendo su una particella catastale diversa da quella originariamente destinata dal Comune». Una caserma di decine posti letto compresa la foresteria ed un' area sauna per una stazione della Forestale che conta appena una decina di uomini: il sospetto era che, in realtà, la struttura sarebbe finita per accogliere ospiti importanti, come un albergo. Da allora però tutto è rimasto fermo e la mostruosa struttura realizzata a metà è da tre anni allo stesso posto senza che nessuno abbia più fatto interventi.
"Lo stato del luogo - denuncia il commissario regionale dei Verdi Ecologisti Francesco Emilio Borrelli presente durante il blitz di oggi con altri ambientalisti - è di un degrado assoluto, pieno di sporcizia e di materiali edili anche pericolosi disseminati ovunque. Ci sono anche molte bottiglie di super alcolici e birre sparpagliate dentro e fuori il cantiere. Gli alberi abbattuti chiedono giustizia contro questa vergogna. Noi vogliamo il ripristino urgente dei luoghi e che qualcuno paghi per questo palese scempio. Vogliamo inoltre che vengano piantumati nuovi alberi e sia eliminata questa immonda colata di cemento in una zona tra l' altro a forte dissesto idrogeologico. Infine non capiamo come mai la forestale abbia rifiutato la proposta del Comune di Casamicciola di trasferisti in due ville sequestrate alla camorra sul
monte Tabor". "Se lo Stato per primo non rispetta le regole e l'ambiente - conclude Borrelli - soprattutto ad Ischia dove l'abusivismo edilizio la fa da padrone come può chiederlo aicittadini?"

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©