Provincia / Napoli

Commenta Stampa

L’Alpi presenta un esposto alla Corte dei Conti

Differenziata flop, denunciato il comune - video


.

Differenziata flop, denunciato il comune - video
25/09/2013, 10:43

NAPOLI – Sulla raccolta differenziata a Napoli il flop è dei più totali, con l’imbarazzo per nulla celato di Palazzo S. Giacomo e dei suoi inquilini. Sui rifiuti, problema oramai endemico in città, se ne può parlare fino al prossimo millennio, tanto risoluzioni plausibili non se ne vedono, ne c’è volontà di intravederli. Se fino a qualche decennio fa l’emergenza rifiuti ha condotto a piogge monsoniche di denaro pubblico, oggi la magistratura tiene gli occhi aperti, e ci pensano le associazioni a denunciare ciò che non va. E’ il caso dell’Associazione lotta alle piccole illegalità Alpi che ha preso carta e penna ed ha redatto un esposto circostanziato alla Corte dei Conti, dove non solo si sottolinea l’obiettivo non raggiunto da parte dell’ente pubblico ma dove si ipotizza il danno al pubblico erario. E’ il portavoce del sodalizio Manfredi Nappi a diramare la notizia dell’interessamento da parte della magistratura contabile sul caso rifiuti, anche in considerazione del fatto che in città si è lontanissimi dal 50% di differenziata fissato dalla regione Campania, con un conseguente danno alle casse pubbliche. L’Alpi ha ricostruito in maniera dettagliata la vicenda differenziata a Napoli, spiegando nei particolari come si è giunti a questo punto. “Palazzo S. Giacomo ha ricapitalizzato l’ASIA per 43 mln di euro grazie ad un mutuo acceso proprio per incrementare la differenziata secondo il piano costituito dall’ex presidente Raphael Rossi. Ma in effetti la raccolta non ha mai superato il 25%, e a seguito dell’allontanamento di Rossi e ad altre emergenze sulla raccolta urbana la differenziata si è assestata intorno al 22% e a stento arriverà al 23% per fine 2013. Questi i dati del Sior che l’Alpi ha preso in seria considerazione denunciando lo stato di cose alla magistratura contabile.

 

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©