Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Camera ardente, da stasera, nella Chiesa di San Simeone

Diocesi Caserta in lutto per morte di don Iaderosa -video

Colto da malore mentre rientrava in auto da pellegrinaggio

.

Diocesi  Caserta in lutto per morte di don Iaderosa -video
04/03/2014, 12:18

MARCIANISE - Diocesi di Caserta in lutto per la morte di don Gaetano Iaderosa, parroco della Chiesa di San Simeone Profeta, in quel di Marcianise. Ieri pomeriggio un terribile incidente d’auto, al rientro da un pellegrinaggio al Santuario di Castelpetroso, in provincia di Isernia. Quattro i ragazzi feriti, ricoverati tutti all’Ospedale “Cardarelli” di Campobasso, che viaggiavano a bordo della Skoda Octavia, alla cui guida c’era proprio don Gaetano; il quale, a causa di un malore, ha perso il controllo dell’auto, finendo la corsa contro il muro di una casa abbandonata, sulla statale 85, che collega le province di Isernia e Caserta, all’altezza del bivio di Sant’Agapito. Ma procediamo con ordine. Ieri mattina la comitiva, di cui facevano parte altri quattro ragazzi e un accompagnatore, è partita di buon’ora da Marcianise per raggiungere il Santuario di Castelpetroso. Una giornata di preghiera per, poi, far rientro a casa nel pomeriggio. Ma sulla via del ritorno, improvvisamente, la macchina è uscita di strada; a causa di un malore del parroco, così come è stato accertato da un esame superficiale del medico legale dell’ospedale Veneziale di Isernia, dove, poco dopo, è stata trasferita la salma di don Gaetano. Nel tardo pomeriggio di oggi, non essendo stato necessario procedere con l’esame autoptico, dopo l’ok del magistrato di turno, ultimate le procedure burocratiche, la salma del parroco farà rientro a Marcianise. In serata sarà allestita la camera ardente, nella “sua” chiesa di San Simeone Profeta, che rimarrà aperta ai fedeli per tutta la notte. La data dei funerali solenni, che quasi certamente si terranno nella chiesa dell’Annunziata, ancora non è stata fissata. Don Gaetano, oltre ad essere parroco della chiesa San Simeone Profeta, è stato per anni parroco nella frazione Casolla di Caserta. Le persone che lo hanno amato in vita si stanno unendo in preghiera per i giovani che sono rimasti feriti durante l’incidente.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©