Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Domani l'incontro a Quarto con tutti i comuni flegrei

Un consiglio comunale straordinario contro la discarica

Domani l'incontro a Quarto con tutti i comuni flegrei
02/02/2011, 15:02

QUARTO (NA) - Continuano le mobilitazioni del comitato civico antidiscarica, degli amministratori locali, dei partiti, dei parroci, dei sindacati e delle associazioni contro l’ipotesi avanzata dalla Provincia di Napoli di localizzare in una delle cave di via Spinelli la discarica di ambito flegreo. I comitati civici, dopo la marcia pacifica di sabato scorso alla quale presero parte oltre 10mila persone, continuano la raccolta di firme per dire “no” alla discarica. Sono già oltre 6mila le firme raccolte, mentre il Partito Democratico di Quarto ha proposto al Consiglio comunale di devolvere il gettone di presenza della seduta consiliare di due giorni fa per sostenere le azioni del comitato antidiscarica: proposta approvata all’unanimità. E domani, giovedì 3 febbraio, è stato convocato per le ore 17.30 un Consiglio comunale straordinario e plenario che vedrà la presenza dei consiglieri comunali di Quarto, Bacoli e Monte di Procida, mentre per Pozzuoli (che al momento è commissariata) interverrà un delegato del commissario straordinario Roberto Aragno. All’ordine del giorno un unico punto: «No alla discarica di Quarto e di ambito flegreo». «Siamo nettamente contrari non solo alla localizzazione a Quarto della discarica, ma anche alla logica delle aggregazioni per ambito che sta portando avanti la Provincia di Napoli – sottolinea il sindaco di Quarto Sauro Secone, in prima linea contro la discarica – Dobbiamo superare la logica della provincializzazione imposta dalla legge, perché è impossibile risolvere il problema, che anzi in questo modo viene scaricato tutto sulle spalle degli amministratori locali. E’ uno scaricabarile insostenibile per noi sindaci e per questo motivo invito l’Anci a chiedere l’immediata revisione della legge e invito altresì i miei colleghi sindaci a disertare le riunioni convocate dalla Provincia sugli ambiti provinciali per le discariche perché potrebbero celare una trappola politica, scaricando sui sindaci responsabilità di scelte politiche che toccano ad altri esponenti istituzionali». Domani saranno presenti tutti i consiglieri comunali di Quarto, mentre nutrite delegazioni di tutti i partiti politici arriveranno da Bacoli, guidati dal sindaco Ermanno Schiano. «La legge prevede la provincializzazione dei rifiuti, ma a Napoli e provincia ci sono degli oggettivi freni che limitano la piena efficacia di questa norma, come l’incremento demografico e i pochi siti per gli impianti di smaltimento dei rifiuti – dice il sindaco di Bacoli Ermanno Schiano – Per uscire dall’emergenza dobbiamo puntare tutti ad una sinergia collaborativa tra enti locali, Provincia e Regione affinchè si individui una soluzione ampiamente condivisa, tenendo conto delle comunità locali». Presenti domani anche i consiglieri comunali di Monte di Procida, con in testa il sindaco Francesco Paolo Iannuzzi. «Sulla gestione del ciclo dei rifiuti non dobbiamo ripetere l’errore commesso anni fa di farci imbrigliare dai no ad oltranza degli ambientalisti – sottolinea il sindaco di Monte di Procida Francesco Paolo Iannuzzi – Ritengo che le leggi dello Stato vadano applicate e la recente legge sulla gestione del ciclo dei rifiuti certamente non è la migliore risposta in assoluto, ma a quella legge ogni Comune deve al momento attenersi. Non vogliamo fare guerre con le istituzioni sovracomunali e, al momento, non c’è alcun provvedimento ufficiale da parte della Provincia che dica chiaro e tondo di avere individuato una discarica a Quarto. Da Monte di Procida lanciamo l’invito a tutto il comprensorio flegreo a potenziare ulteriormente la raccolta differenziata». Da Pozzuoli, insieme al delegato del commissario Aragno, saranno presenti delegazioni di tutti i partiti politici di tutti gli schieramenti.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©