Provincia / Ischia

Commenta Stampa

E la video-sorveglianza potrebbe concretizzarsi anche al Rodari


E la video-sorveglianza potrebbe concretizzarsi anche al Rodari
09/02/2012, 10:02

Si è tenuta martedì 7 febbraio 2012 un’importante seduta del Consiglio di Circolo Ischia 2 nel corso della quale, pur non essendo all’Ordine del giorno in quanto gli episodi si sono verificati nei giorni successivi alla sua convocazione, si è discusso sia della pericolosità del percorso che dai cancelli conduce alle classi della scuola elementare “Onofrio Buonocore” di Ischia Ponte, sia del nuovo furto verificatosi nella nottata di lunedì presso la stessa scuola. Per quanto concerne la pericolosità dei percorsi esterni, oltre ad un immediato intervento di messa in sicurezza, ho chiesto che i genitori potessero accompagnare i propri figli sin fuori ai padiglioni dichiarando: “Nei giorni scorsi un bambino che frequenta la seconda elementare è scivolato nel mentre saliva la scalinata principale della Scuola “Onofrio Buonocore”, una gradinata obsoleta, scivolosa e trascurata da sempre e per questo pericolosissima per chi la attraversa. Negli ultimi anni, e a più riprese, personalmente ne ho chiesto pubblicamente la messa in sicurezza attraverso servizi giornalistici e nelle sedute di codesto Consiglio di circolo che più di una nota ufficiale ha inoltrato all’Amministrazione comunale circa lo stato di fatiscenza generale in cui versa la nostra scuola. Contestualmente, nella seduta del Consiglio di Circolo del 7 ottobre 2010, misi a verbale che ai genitori doveva essere data la possibilità di accompagnare i figli all’esterno dei padiglioni, cosa che era sempre avvenuta sino all’anno precedente. Ebbene, in quell’occasione venni quasi deriso perché, secondo i più, i bambini dovevano salire soli per essere più autonomi e che i genitori dovevano stare tranquilli perché erano sorvegliati dal personale scolastico, motivazioni che però, di fatto, ignoravano i pericoli presenti sul percorso che porta gli alunni in classe e che io denunciavo invano. Anche perché, e bisogna sottolinearlo con forza, non è scivolosa e pericolosa solo la scalinata principale ma tutto il percorso che dai cancelli porta alle classi e questo per l’assurda mancanza, da anni, della più elementare manutenzione ordinaria. Il grave episodio verificatosi nei giorni scorsi dovrebbe indurre la Direzione didattica di rivedere la scelta sbagliata assunta all’inizio dell’anno scolastico 2010/2011 di vietare ai genitori di accompagnare i propri figli all’ingresso dei padiglioni e di andarseli a riprendere fuori agli stessi, perché continuare a vietarlo, in caso di eventuali nuovi incidenti renderà corresponsabile la Scuola delle responsabilità della Pubblica Amministrazione. Intanto l’Amministrazione comunale non può continuare vergognosamente e spudoratamente ad ignorare tali pericoli e da essa bisogna pretendere un immediato intervento di messa in sicurezza di tutti i percorsi esterni della scuola ‘Onofrio Buonocore’”. Al mio intervento è seguito un ampio dibattito in cui persino i rappresentanti della componente genitori, bocciando di fatto la mia proposta, si sono detti favorevoli al fatto che i bambini debbano raggiungere le classi da soli nell’attraversare un percorso insidiosissimo. Per quanto concerne l’ormai improcrastinabile messa in sicurezza dei percorsi su citati, il Presidente del Consiglio di Circolo Gigi Mollo, attualmente anche Assessore all’edilizia scolastica che prima di accettare la nomina assessorile ben conosceva le vergognose inadempienze e negligenze in materia scolastica dell’Amministrazione Ferrandino, ha affermato che appena le condizioni meteo e le temperature lo consentiranno, ci sarà un intervento per rendere antiscivolo le scale e i percorsi scivolosi. Per quanto concerne invece la “visita” dei ladri a scuola, ho dichiarato: “Il furto verificatosi la notte scorsa, purtroppo non rappresenta la prima introduzione notturna di ignoti che rubano o mettono a soqquadro la Scuola Elementare di Ischia Ponte “Onofrio Buonocore”. Questo perché l’Istituto ischiapontese è privo di un impianto di video-sorveglianza che l’attuale Amministrazione comunale non ha inteso installare nonostante i continui solleciti ufficiali avanzati negli ultimi anni dalla Direzione Scolastica e da codesto Consiglio di Circolo. Stanotte, abbiamo rischiato, e rischiamo in ogni momento per la mancanza di video-sorveglianza che costa pochissime migliaia di euro, il furto di importanti strumenti didattici. A questo punto la Direzione Didattica e il Consiglio di Circolo pretendano l’immediata e non più procrastinabile installazione dell’indispensabile video-sorveglianza”. Sulla richiesta di un sistema di video-sorveglianza la scuola inoltrerà una nuova richiesta al Comune. Intanto, sempre a detta di Gigi Mollo, potrebbe finalmente concretizzarsi la possibilità di avere una scuola video-sorvegliata non solo a Ischia Ponte ma anche al Rodari. Ma al momento siamo ancora alle parole, è ora di pretendere i fatti!!!

Commenta Stampa
di Gennaro Savio
Riproduzione riservata ©