Provincia / Costiera Sorrentina

Commenta Stampa

Eavbus: dichiarato il fallimento, Gennaro Cinque: “Una sciagura per il nostro territorio”


Eavbus: dichiarato il fallimento, Gennaro Cinque: “Una sciagura per il nostro territorio”
16/11/2012, 15:44

Vico Equense - La società di trasporti EavBus è stata dichiarata fallita in conformità a 600mila euro di debiti. Una situazione che mette a rischio il futuro di 1300 lavoratori. A farne le spese i tanti pendolari che non potranno più usufruire del servizio. L’Amministrazione comunale di Vico Equense, attraverso l’Assessore ai trasporti, Antonio Di Martino, segue l’evolversi della situazione.  “Se le notizie apparse oggi – spiega il Sindaco Gennaro Cinque - sui quotidiani fossero confermate, rappresenterebbero una sciagura per il nostro territorio. L’EavBus esegue il servizio di trasporto pubblico con la parte alta del paese, quindi un servizio unico ed essenziale. Nelle more i bus continueranno a camminare, perché non è possibile interrompere un servizio pubblico, ma la paralisi è dietro l’angolo. Abbiamo preso contatti con la direzione trasporti della Provincia di Napoli e la Prefettura per un eventuale servizio sostitutivo emergenziale, ci è stato riferito che lunedì prossimo, in Regione Campania sarà affrontata la cosa e con ragionevole certezza si cercherà un nuovo vettore adeguato per dimensioni e affidabilità per sostituire l’EAV. L’Amministrazione comunale – aggiunge il Primo cittadino - in ogni caso non abbandona l’idea di dotarsi di mezzi propri, anche se norme complesse e stratificate rendono complicata una gestione territorialmente limitata, per questo gli assessori competenti della Penisola Sorrentina s’incontreranno mercoledì 21 novembre per fare il punto della situazione su base comprensoriale. Quello di oggi potrebbe essere solo il primo anello di un autentico disastro per il trasporto pubblico, che porterebbe lo scatenarsi di una crisi della mobilità senza precedenti in Regione Campania”, conclude il Sindaco Gennaro Cinque.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©