Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Il provvedimento approvato dal Consiglio dei Ministri

Ecoballe nei cementifici, insorge 'Italia Nostra'

Caiola: 'Temiamo un nuovo disastro ambientale'

.

Ecoballe nei cementifici, insorge 'Italia Nostra'
31/10/2012, 12:45

CASERTA - Il Consiglio dei Ministri approva un provvedimento che autorizza i cementifici a bruciare le ecoballe nei loro forni e il popolo degli ambientalisti insorge. Si temono ripercussioni sull’ambiente e soprattutto che i cementifici si trasformino in inceneritori. Soprattutto in provincia di Caserta dove la concentrazione degli impianti estrattivi è altissima. Tra i primi ad intervenire sul tema il presidente dell’associazione ‘Italia Nostra’ di Caserta, Maria Carmela Caiola, che preannuncia una presa di posizione dura nei confronti del Governo. ‘E’ l’ennesima batosta per questo territorio – spiega Caiola – già martoriato da anni di estrazioni selvagge, scempi ambientali e disastri di ogni tipo. Non possiamo restare a guardare di fronte all’ennesima decisione, calata dall’alto, che rischia di danneggiare ulteriormente la provincia di Caserta’. Il provvedimento del ministro dell'Ambiente, Corrado Clini, detta  criteri e limiti per l'utilizzo di combustibili derivati dai rifiuti nel cementifici che a loro dovranno chiedere una autorizzazione specifica e modificare gli impianti per utilizzare i Cdr. ‘Il regolamento sul combustibile solido secondario – fa sapere intanto Palazzo Chigi - è una parte essenziale del complesso di interventi di politica ambientale, energetica e industriale necessari all'Italia per assolvere gli impegni europei e internazionali in materia ambientale ed energetica, offrendo inoltre soluzioni concrete alla soluzione dei problemi del nostro Paese in materia di gestione corretta e sostenibile dei rifiuti’.

Commenta Stampa
di Daniela Volpecina
Riproduzione riservata ©