Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Edenlandia: Prodotta documentazione che attesta entità abusi alla base della denuncia della Procura


Edenlandia: Prodotta documentazione che attesta entità abusi alla base della denuncia della Procura
13/11/2013, 10:28

NAPOLI - "Si intravede finalmente uno spiraglio di luce in quella che è ormai una annosa e dolorosa vicenda. Adesso si proceda rapidamente con l'emanazione di un nuovo bando pubblico per recepire nuove eventuali offerte di acquisto".
Sono queste le parole che Massimo Taglialatela, segretario generale Uilcom Campania, affida ad una nota dell'Organizzazione sindacale per commentare l'avvenuta produzione da parte della Mostra d'Oltremare e del Comune degli atti ufficiali dai quali viene fuori la reale entità degli abusi realizzati negli anni nel Parco giochi di Fuorigrotta, che ammonterebbero a soltanto il 20% di quelli inizialmente denunciati. "A questo punto – spiega Taglialatela - non resta altro che attendere che gli atti della Mostra e del Comune siano consegnati ufficialmente alla Procura e che questa dia parere favorevole affinché la Curatela emani un nuovo bando pubblico per l'assegnazione del bene a nuovi potenziali acquirenti".
Resta sul tavolo incombente il problema dei tempi. "Occorre fare in fretta - sostiene infatti il segretario Uil - perché i lavoratori sono attualmente in cassa integrazione fino a fine anno, dopodiché non avranno più alcun sostegno economico".
Infine, l'appello alle Istituzioni lanciato dal Sindacato: "In tutto questo periodo abbiamo lavorato di concerto con tutti i soggetti preposti. Rivolgiamo, tra questi, un grazie in modo particolare al Comune di Napoli nella persona dell'assessore al Lavoro Enrico Panini, che non ha mai preso sotto gamba o con superficialità la crisi di Edenlandia affrontando la vicenda in prima persona senza mai sottrarsi o risparmiarsi. Per questo - conclude Taglialatela - proprio al Comune di Napoli e ad Enrico Panini nella sua responsabilità di assessore al ramo chiediamo di accelerare la prassi burocratica per poter mettere finalmente la parola fine su questa annosa e dolorosa vicenda sulla quale si incomincia ad intravedere uno spiraglio di luce".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©

Correlati