Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Il capogruppo alla Camera: “Sono giorni decisivi”

Elezioni, Franceschini tira la volata al Pd casertano

A dargli il benvenuto lo stato maggiore del partito

.

Elezioni, Franceschini tira la volata al Pd casertano
20/02/2013, 10:23

SAN NICOLA LA STRADA - “Sto girando in lungo e in largo per l’Italia e, ovunque, mi accorgo che in campo ci siamo solo noi” lo ha dichiarato Dario Franceschini, capogruppo alla Camera dei Deputati del Partito Democratico, nella tappa casertana del suo tour elettorale. L’iniziativa con Franceschini, molto partecipata, si è tenuta a San Nicola la Strada nella sala congressi all’Hotel City Caserta. L’appuntamento si inserisce nell’ambito delle iniziative elettorali del Partito in vista della competizione del 24 e 25 febbraio prossimo. All’incontro, introdotto dal segretario provinciale f.f. Ludovico Feole, hanno partecipato alcuni candidati del Pd alla Camera e al Senato, Pina Picierno Teresa Armato, Stefano Graziano, Loredana Affinito e Lucia Esposito, oltre al Consigliere regionale Nicola Caputo. “Noi - ha spiegato Franceschini a una sala gremita di militanti del Pd - possiamo chiedere il voto a testa alta. Non facciamo proposte choc, ma di buonsenso e questo è già abbastanza per far capire che tra i vari partiti ci sono differenze nette”. “La destra dice che il Paese è in crisi e che la crisi finisce quando ricominceranno la crescita e lo sviluppo. Nel frattempo ognuno se la cavi come può. Noi, invece, siamo vicini a quelli che stanno subendo la crisi e proponiamo di allargare l’utilizzo degli ammortizzatori sociali a tutti quelli che perdono il posto di lavoro, finanziandoli con i tagli agli sprechi o vincolando il ricavato della lotta all’evasione fiscale”. Non manca infine, anche l’appello al voto utile. “La lotta, specialmente in questa regione, è tra noi e Berlusconi e basta un voto in più per ottenere una maggioranza attraverso il premio previsto è necessario far capire alla gente come funziona la legge elettorale. E’ evidente - conclude il capogruppo democratico alla Camera dei Deputati - che ogni voto non dato al Pd è un voto che favorisce Berlusconi”.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©