Provincia / Benevento

Commenta Stampa

Emergenza Neve a Benevento: istituito divieto di sosta nei pressi degli alberi. Sparsi 1.000 quintali di sale


Emergenza Neve a Benevento: istituito divieto di sosta nei pressi degli alberi. Sparsi 1.000 quintali di sale
06/02/2012, 12:02

Benevento, 5 febbraio 2012 – Il sindaco di Benevento, per far fronte alle condizioni di difficoltà prodotte dalle precipitazioni nevose di questi giorni, ha emanato questa mattina una serie di disposizioni rivolte ai privati con le quali è stato richiesto:

- che si provveda alla eliminazione della vegetazione pericolosa o pericolante negli spazi privati;

- che gli esercizi commerciali provvedano alla pulizia dinanzi alla propria attività per non meno di 2X2 metri;

- che i cittadini provvedano direttamente all’ordinaria pulizia della neve e ghiaccio nell’ambito delle aree condominiali e private, sino agli ingressi per uno spazio non inferiore a 4X4 metri, in modo da consentire l’accesso in sicurezza di mezzi e persone.

E’ stato inoltre disposto, con lo stesso provvedimento, il divieto di sosta in prossimità degli alberi di piccolo e grande fusto che potrebbero creare pericolo alle vetture e al regolare traffico veicolare. Resta confermata per la giornata di domani la chiusura delle scuole e l’apertura degli uffici pubblici.

Fausto Pepe ha inoltre spiegato che: “Dai dati pervenuti questa mattina al centro operativo del Comune si è appurato che sono state circa duemila le segnalazioni inoltrate ai centralini dei Vigili Urbani. Le informazioni giunte stanno servendo a gestire i 28 automezzi utilizzati per lo sgombero degli snodi viari, dove sono già stati distribuiti 1.000 quintali di sale antighiaccio. 80 gli operai impegnati nei lavori che, a tutto stamane, hanno consentito la percorribilità di tutti i quartieri cittadini e di buona parte della viabilità delle contrade. Nelle scorse ore immancabili ritardi sono stati segnalati nelle aree più periferiche o più difficilmente raggiungibili, per le quali comunque si è provveduto ad assicurare ogni forma di soccorso urgente. Più difficile è parsa la condizione di ripristino delle utenze energetiche che hanno palesato una pericolosa fragilità che dovrà, terminata l’emergenza, essere adeguatamente affrontata.

Ribadisco l’attenzione a dosare gli spostamenti privati e chiedo alla cittadinanza di attivare ogni forma di collaborazione utile a velocizzare il pieno ripristino delle condizioni di normalità”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©