Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Al convegno anche un esperto del 'Cardarelli'

Epatite C, nuove terapie all'ospedale S.Anna e S.Sebastiano

Sagnelli: 'A Caserta la patologia più diffusa che altrove'

.

Epatite C, nuove terapie all'ospedale S.Anna e S.Sebastiano
24/03/2012, 10:03

CASERTA - Sviluppi delle cure e nuove frontiere terapeutiche. Sono stati questi i temi principali del convegno “Epatite C – Aspetti innovativi nella diagnosi e nella terapia” che si è tenuto nell’Aula Magna dell’Azienda Ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta diretta dal Direttore Generale dr. Francesco Bottino. L’iniziativa, organizzata dall’UOC Comunicazione e Marketing diretta dal dr. Michele Izzo e dall’UOC Malattie Infettive e Tropicali diretta prof. Evangelista Sagnelli, ha avuto come tema principale i nuovi sviluppi nella prevenzione, cura e trattamento delle Infezioni da HCV, malattia insidiosa e di forte impatto sociale che negli ultimi anni è stata oggetto di studi approfonditi e sperimentazioni innovative che hanno permesso di sviluppare nuovi indirizzi nella terapia farmacologica per l’eradicazione delle infezioni epatiche da HCV e nel trapianto di fegato nella Cirrosi Epatica da HCV.

Con relazioni articolate e corredate da dati scientifici e statistici, gli illustri relatori hanno esposto all’attenzione della platea i risultati delle ricerche condotte negli ultimi anni dall’equipe di studio dell’Unità Operativa di Malattie Infettive dell’AORN di Caserta in collaborazione con i colleghi delle altre aziende ospedaliere della Campania e del Meridione.

Ad aprire i lavori è stato il Direttore Generale dell’A.O.R.N. di Caserta dr. Francesco Bottino, che ha ricordato “Le sue battaglie personali fatte in passato fianco a fianco con medici e ricercatori per implementare gli sforzi e la ricerca nella gestione e nella cura delle infezioni da HCV” ribadendo “l’impegno dell’Azienda Ospedaliera nel proseguire il percorso di informazione e divulgazione scientifica portato avanti con l’intensa attività convegnistica”.

”.

A moderare i lavori dei relatori è stato il Direttore UOC Comunicazione e Marketing dr. Michele Izzo che ha rimarcato il costante impegno “e la puntuale sensibilità dell’AORN Sant’Anna e San Sebastiano nel supportare iniziative ispirate da fini divulgativi e scientifici nel solco dello spirito di alta formazione che anima l’attività dell’Azienda Ospedaliera”.

Tra i relatori il primo ad intervenire è stato il prof. Nicola Coppola, ricercatore universitario in malattie infettive presso la SUN di Napoli, che ha illustrato le più recenti linee guida nell’identificazione dell’epatite acuta, sottolineando che tra i fattori di rischio più recenti emergono anche “i trattamenti di bellezza, che hanno di fatto soppiantato i rischi di contagio da tossicodipendenza” rimarcando altresì gli sforzi dei ricercatori nella sviluppo “di nuovi test di identificazione della patologia, che spesso si presenta in forma asintomatica, rendendo difficile la diagnosi ed una corretta impostazione terapeutica”. Si è invece incentrato sugli sviluppi e le innovazioni della terapia farmacologica l’intervento del prof. Evangelista Sagnelli, direttore UOC Malattie Infettive dell’AORN di Caserta, che, dopo aver ribadito “come l’infezione da HCV sia eradicabile” ha relazionato sugli enormi passi in avanti fatti nell’elaborazione di nuovi farmaci, con efficacia spesso risolutiva, nella cura dell’Epatite da Virus C ed annunciando che a breve anche nell’Azienda Ospedaliera di Caserta “sarà possibile usufruire degli inibitori della proteasi, che si stanno dimostrando tra i farmaci più efficaci per una corretta terapia”. Ad impreziosire i lavori del convegno è stato l’intervento del prof. Oreste Cuomo, direttore UOC Chirurgia Laparoscopica-Specialistica Epatica e Trapianti di Fegato AORN Cardarelli di Napoli, che ha portato la sua conclamata esperienza internazionale nella cura della Cirrosi Epatica da HCV mediante trapianto, evidenziando come negli ultimi anni “i trapianti di fegato siano andati crescendo di pari passo con la diffusione delle infezioni da HCV” esponendo altresì i vari fattori che il medico deve tenere in considerazione per la riuscita del trapianto. A chiudere i lavori è stato infine il dr. Vincenzo Messina, dirigente medico UOC Malattie Infettive AORN di Caserta, che ha condensato in un sintetico ma preciso intervento le linee guida nella gestione di un caso particolarmente complesso che ha visto come protagonista l’Unità Operativa dell’Azienda Ospedaliera. Tra i numerosi presenti al convegno sono stati notati il Presidente del Consiglio Comunale di Caserta dr. Gianfausto Iarrobino, i rappresentanti dell’Associazione Volontari Ospedalieri (AVO) e delle sigle sindacali. Hanno partecipato al convegno i direttori di dipartimento: d.ssa Anna Gargiulo (Medicina Generale e Specialità Mediche), dr. Giuseppe Belfiore (Servizi Integrati e Diagnostici), dr. Giovambattista Forte (Oncologia Medica e Chirurgica), Ing. Bartolomeo Festa (Sicurezza, Servizi Tecnici ed Informatici, Innovazione Tecnologica), dr. Tommaso Sgueglia (AMAS), dr.ssa Antonietta Costantini (Dip. Amministrativo); i direttori di Unità Operative Complesse: dr. Domenico Ovaiolo (Affari Generali e Legali), d.ssa Concetta Cosentino (Gestione Risorse Umane), dr. Massimo Barresi (Controllo di Gestione), dr. Franco Peluso (Chirurgia Maxillo-Facciale), dr. Ferdinando Salzano (Chirurgia Generale Oncologica), dr. Pasquale Salzilllo (Malattie Apparato Respiratorio), prof. Paolo Golino (Cardiologia Clinica a Conduzione Universitaria), dr. Sergio Caggiano (Urologia), dr. Federico Nardi (Chirurgia Vascolare d’Urgenza), dr. Roberto Mannella (118), d.ssa Ludovica D’Apice (Nefrologia); i direttori di unità operative: dr. Pasquale Salzillo (Endoscopia Toracica), d.ssa Dora Siragusa (Controllo della Salute e Sicurezza del Personale), d.ssa Anna Fabrizio (Coordinamento Donazioni Organi e Tessuti), dr. Eugenio Covelli (Neuroradiodiagnostica Funzionale), d.ssa Carmela Buonomo (Anatomia Patologica), dr. Mario Parillo (Geriatria), i dirigenti medici Luigi Manfredonia (Diagnostica per Immagini), dr. Pasquale Boccalone (ALPI), dr. Francesco Calzolaio (Servizio Prevenzione e Protezione), le d.sse Carla Casella ed Angela Ragozzino (DMPO), l’ufficiale Rogante dell’AORN d.ssa Raffaella Bizzarro, il dr. Agostino Tenga (Relazioni Sindacali), la d.ssa Concetta Galasso (Polo Didattico), Delia Schiavo, Patrizia Petrella e Nunzia Russo (URP).

Commenta Stampa
di Daniela Volpecina
Riproduzione riservata ©