Provincia / Avellino

Commenta Stampa

Asl di Avellino prima in Italia ad applicare nuova legge

Farmacie, titolari over 65 costretti a nominare direttore


Farmacie, titolari over 65 costretti a nominare direttore
18/04/2012, 19:04

AVELLINO – “Si invita la S.V. che essendo nato il 19 marzo del 1941, ha superato l’età pensionabile a provvedere con ogni urgenza e comunque non oltre 30 giorni ad affidare responsabilità tecnica dell’esercizio ad un direttore”. Sono tanti i farmacisti avellinesi ad aver ricevuto una comunicazione uguale a questa, spedita dall’Asl di Avellino che pare essere la prima in Italia ad aver applicato la legge sulle liberalizzazioni in vigore dal 25 marzo. La legge in questione prevede che a 65 anni il titolare dell’esercizio debba assumere una figura tecnica.
Questo caso ha trascinato non poche polemiche, tanto da ‘aggiudicarsi’ la prima pagina del quotidiano nazionale del sito del Corriere della sera. Con questa comunicazione si ricorda ai farmacisti che ”per raggiungimento dell’età pensionabile si intende il compimento di 65 anni. Nel caso di non ottemperanza potrà essere avviato immediatamente un provvedimento disciplinare da parte dell’ordine professionale, fermo restando la possibilità dell’autorità competente di disporre provvedimenti che incidono sull’apertura della farmacia”. A quanto pare, una linea dura e immodificabile date le scarse probabilità di introdurre delle correzioni contenute in un emendamento del governo: l’esclusione dei titolari di farmacie rurali dall’obbligo di passare la mano e l’applicazione morbida, ovvero 3 anni di tempo per scegliere il direttore tecnico per farsi sostituire.
Bisogna dire che il ministero si è detto disponibile ad un approvazione progressiva dal momento che questa norma potrebbe causare notevoli problemi soprattutto nei piccoli centri. In Irpinia, sono circa una decina le farmacie rurali gestite da un titolare e da un assistente non farmacista e a causa di questa norma, potrebbero sentirsi costretti a chiudere in quanto senza possibilità economica di assumere un direttore.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©