Provincia / Ercolano

Commenta Stampa

Festa della Madonnadel subacqueo, Curcio: "Danno e beffa per gli ercolanensi"


Festa della Madonnadel subacqueo, Curcio: 'Danno e beffa per gli ercolanensi'
12/09/2013, 15:59

ERCOLANO - “La festa ercolanese della Madonna del Subacqueo, tradizionale evento ercolanese a carattere religioso? Una vera e propria beffa per i cittadini amministrati dal sindaco Strazzullo. E dall’assessore Caso”.
Lo afferma Giuseppe Curcio consigliere comunale di San Giorgio a Cremano e tra i fondatori, nel 2010, dell’associazione subacquea di volontariato ‘Hippocampus’ di Ercolano.
“La nostra associazione - spiega Curcio - si era offerta di farsi carico a titolo completamente gratuito della Festa della Madonna protettrice dei subacquei e dei pescatori che si tiene ai primi di settembre a Ercolano, ma, dopo aver tergiversato un bel po’, l’amministrazione ercolanese, il 2 agosto scorso, ha declinato il nostro invito facendoci sapere che ne avrebbe curato direttamente l’organizzazione”. “Con chi?  - aggiunge Curcio – Con chi, pare da anni, s’è fatta pagare profumatamente allo scopo. Che dire, allora, della delibera dell’iscrizione a bilancio di una somma di oltre 3mila euro per i soliti noti della suddetta associazione vicina all’amministrazione Strazzullo? Che dire poi della bella pensata dei suoi rappresentanti, che per tutta risposta, bene hanno pensato di postarci su facebook una volgare e provocatoria fotografia nella quale gli eleganti sub mostrano, a braghe calate, il meglio di sé stessi?”.
“In queste ore ho appreso che l’associazione destinataria della delibera, chissà perché, avrebbe dato la propria disponibilità a farsi rimborsare solo le spese sostenute e, mi auguro, in qualche modo certificate. Ma la vicenda di fondo resta e per quanto ci riguarda, al di là di certe operazioni comunali che appaiono tatticamente molto simili al gioco delle tre carte, - conclude Curcio - ad essere beffata non  stata la nostra associazione di vero volontariato ma la cittadinanza che, riteniamo, è bene che sappia”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©