Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Sarà il borgo di Vairano Patenora ad ospitare la tre giorni

Festa Medievale, presentata in conferenza la 12esima edizione

Promossa dalla Pro Loco, è uno degli eventi cult dell’estate

.

Festa Medievale, presentata in conferenza la 12esima edizione
15/07/2013, 09:55

VAIRANO PATENORA - L’appuntamento è per il 9, 10 ed 11 agosto prossimi, nel borgo di Vairano Patenora. Un appuntamento irrinunciabile nel calendario estivo della provincia di Caserta, quello con l’oramai celebre Festa Medievale, curato dalla locale Pro Loco, che e giunto quest’anno alla sua dodicesima edizione. “Saranno tre le giornate di vita medievale, a differenza delle edizioni precedenti, - spiega il presidente della Pro Loco di Vairano Patenora, Arturo Marseglia - nelle quali il visitatore potrà immergersi in un’epoca ricca di fascino e mistero; il tutto ambientato nello scenario suggestivo del borgo di Vairano Patenora”. La Festa Medievale, che ogni anno attira una folla sempre più numerosa di turisti e, soprattutto, di amanti del medioevo e dei borghi antichi, è stata presentata nel corso di una conferenza stampa, ospitata nella sala consiliare del Comune di Vairano Patenora. Presenti, oltre ai rappresentanti della locale Pro Loco, presidente Marseglia in testa, anche diversi consiglieri comunali (di maggioranza e di opposizione) ed il sindaco Bartolomeo Cantelmo. Illustrato il programma dettagliato della tre giorni, ricca di novità e sorprese; è stata questa anche l’occasione per presentare il nuovo manifesto dell’evento, che quest’anno è stato ideato e realizzato da due giovani artisti locali, ovvero Francesca Bocchetti e Dario Pitocchelli. La Festa Medievale, in quel di Vairano Patenora, è divenuta da diversi anni uno degli eventi “cult” dell’estate in provincia di Caserta e si svolge come da tradizione il secondo weekend di agosto. L’importanza ed il prestigio sono tali, che nelle ultime edizioni l’affluenza è stata di circa 10mila visitatori. La Pro Loco ha deciso di dare alla manifestazione il sottotitolo di “Rassegna di Cultura Medievale in Terra di Lavoro” vista la presenza di artisti e gruppi che provengono da tutta l’Italia.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©