Provincia / Castellammare di Stabia

Commenta Stampa

Fincantieri. Api Napoli sostiene iniziative sindacati per il rilancio dello stabilimento di Castellammare


Fincantieri. Api Napoli sostiene iniziative sindacati per il rilancio dello stabilimento di Castellammare
07/05/2012, 15:05

Napoli, 7 maggio 2012. UnionMeccanica Api Napoli sostiene con forza le iniziative messe in campo dai sindacati confederali Cisl e Uil, per il rilancio dello stabilimento Fincantieri di Castellammare.

La UnionMeccanica Api Napoli, che il 12 maggio parteciperà alla fiaccolata per lo storico stabilimento, prenderà parte già nell’immediato a tutti i tavoli inerenti al futuro del cantiere stabiese.

E’ quanto emerge al termine di un incontro tra il presidente di UnionMeccanica Api Napoli, Sergio Fedele, il leader generale della Cisl Campania, Lina Lucci, e altri rappresentanti sindacali tra i quali, Nino Di Maio, segretario regionale Cisl Campania, e Catello Agretti, funzionario Uil Campania.

«Proponiamo – ha spiegato Fedele – di destinare gli utili per le recenti commesse acquisite nei cantieri americani di Fincantieri ai cantieri di Castellammare, per dare senso al ruolo pubblico della società. Inoltre chiediamo che venga presa in considerazione l’idea di far costruire a Castellammare di Stabia le navi fluviali da poco commissionate alla Fincantieri». La Fincantieri, dunque, può e deve puntare sullo sviluppo del Cantiere di Castellammare, Fedele ha sottolineato: «Ad oggi abbiamo assistito a una reazione dei lavoratori del Cantiere e dell’indotto collegata essenzialmente al tema degli ammortizzatori sociali e della cassa integrazione. Si deve alzare il tiro sulle proposte per il rilancio progressivo del Cantiere, consapevoli che la Fincantieri, sempre presente sui mercati nazionali e internazionali, non può programmare l’agonia di Castellammare!».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©