Provincia / Castellammare di Stabia

Commenta Stampa

Sul tavolo il futuro dell'indotto e dei lavoratori

Fincantieri: vertice Bobbio-Vetrella a Castellammare

L'incontro a Palazzo farnese il prossimo giovedì

Fincantieri: vertice Bobbio-Vetrella a Castellammare
04/03/2011, 12:03

CASTELLAMMARE DI STABIA - L’amministrazione stabiese intavola un discorso di natura tecnica con la Regione Campania per risollevare le sorti della Fincantieri. L’assessore regionale alle Attività produttive, senatore Sergio Vetrella, sarà a Castellammare, giovedì 10 marzo, per incontrare il sindaco, Luigi Bobbio, con un fitto calendario di incontri e di argomenti all’ordine del giorno. Molteplici gli argomenti all’ordine del giorno, tra cui la richiesta di convocazione immediata di un tavolo regionale anche alla presenza del presidente Stefano Caldoro per la definizione dell’avvio dello studio di fattibilità del nuovo bacino di costruzione. Occhio dovuto anche alla problematica dei lavoratori dell’ex Avis, per quanto riguarda non solo il pronto ritorno all’occupazione, ma anche l’accompagnamento e il sostegno agli stessi in questa delicata fase e nell’ambito del progetto sull’area di crisi torrese-stabiese. “Sono certo che sarà un incontro caratterizzato, come testimoniato dalla personalità dell’assessore, da un alto tasso di concretezza  - ha commentato Luigi Bobbio - e, in quell’occasione, sarà mia cura, ancora una volta, illustrare in dettaglio all’assessore non solo le problematiche lavorative e occupazionali che affliggono la città, ma anche le possibili ipotesi di soluzione e, comunque, i percorsi che saranno ritenuti più utili per tentare di modificare una situazione veramente preoccupante qual è quella odierna, caratterizzata da più fronti di crisi”. L’appuntamento con l’assessore Vetrella sarà anche un momento per affrontare la soppressione della tratta delle Ferrovie dello Stato Castellammare-Gragnano, quella della tratta Torre Annunziata-Castellammare, nonché il tema legato ai lavori di raddoppio della linea Circumvesuviana sul territorio di Castellammare di Stabia.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©