Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Forum Commercialisti-Magistrati su gestione beni confiscati

Gli amministratori ed i custodi giudiziari

Forum Commercialisti-Magistrati su gestione beni confiscati
16/07/2013, 12:00

NAPOLI - Si terrà domani, mercoledì 17 luglio alle ore 9.30 presso l’Hotel Excelsior di Napoli (Via Partenope 48) il forum “La gestione efficiente dei beni sequestrati – Gli amministratori ed i custodi giudiziari” organizzato dall'Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli.

Il forum, moderato da Alberto Capuano, giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Napoli, sarà introdotto dagli indirizzi di saluto di Vincenzo Moretta, presidente dell'Odcec di Napoli;  Libero Angelillis, direttore generale dell’Agenzia delle Entrate della Campania; Bruno D’Urso, presidente aggiunto Ufficio Gip del Tribunale di Napoli; Fausto Zuccarelli, procuratore aggiunto della Procura del Tribunale partenopeo, Luigi Di Lauro, numero uno della Commissione di Studio di Diritto Penale dell’Economia dell’Odcec partenopeo;  Domenico Posca, presidente dell’Istituto Nazionale Amministratori Giudiziari;.

Interverranno i magistrati Amelia Primavera e Alessandra Cantone; i docenti Alfonso Forgiuele e Francesco Fimmanò; Giovanni Esposito, dottore commercialista; Giampaolo Capasso, rappresentante dell’Agenzia Nazionale Beni Sequestrati e Confiscati; il Ten. Col. Pasquale Pilerci (Guardia di Finanza di Napoli) e Achille Coppola, presidente emerito Odcec Napoli. Ad Arcangelo Sessa, consigliere dell’Ordine partenopeo, saranno affidate le conclusioni dei lavori.

“La gestione dei beni sequestrati alla criminalità organizzata - sottolinea Moretta - è un tema di grande attualità e ricco di problematiche. Basti pensare a quei soggetti finanziari (banche e istituti di credito al consumo) che, a sequestro avvenuto, pur in presenza di un amministratore giudiziario, rescindono o sospendono i contratti con la società interessata, mettendo in grave difficoltà le aziende che finalmente si stavano riaffacciando al mercato in maniera legale mettendo a rischio anche i livelli occupazionali”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©