Provincia / Frattaminore

Commenta Stampa

Frattaminore, tutto pronto per la nomina della nuova giunta


Frattaminore, tutto pronto per la nomina della nuova giunta
14/07/2016, 15:11

FRATTAMINORE – Tutto pronto per la nomina della nuova giunta. Nelle prossime ore il neo sindaco Giuseppe Bencivenga dovrebbe addirittura già firmare i decreti agli assessori, scelti in tempi record e senza alcuna polemica interna. Anzi, il sindaco è stato favorito da un nuovo clima che si respira al Municipio e da consiglieri comunali, forze politiche e liste civiche che hanno dato ampia libertà al primo cittadino di valorizzare le migliori energie mettendo al primo punto dell’agenda di governo il rispetto del programma elettorale e il primato dell’interesse collettivo. Ecco i nomi e le deleghe degli assessori. Tutti “politici” tranne l’assessorato al Bilancio che sarà affidato ad un tecnico, il commercialista  Luigi Franzese. Il Partito democratico, invece, esprime l’assessore Antonella Lettera, architetto, con delega alla Pubblica istruzione, Sport, Cultura e Polizia locale. La civica “Insieme per Frattaminore” del sindaco Bencivenga ha scelto l’architetto Alfonso Guida con delega ai Lavori pubblici e Fondi europei. Due assessori al Partito socialista: Teresa Varavallo alle Politiche sociali e Pari opportunità e l’avvocato Crescenzo Saviano, vicesindaco, con delega all’Urbanistica ed al Contenzioso. Tutto secondo quanto promesso in campagna elettorale. Giunta politica e formata da assessori del territorio. Un governo locale di professionisti che contribuirà sicuramente ad alzare l’asticella del confronto ed a spostarlo sui contenuti.

Il sindaco Giuseppe Bencivenga si mostra soddisfatto: “Poche ore e firmerò i decreti – annuncia il primo cittadino -: questa giunta valorizza le migliori espressioni politiche e professionali della locale classe dirigente. Ho scelto soggetti che hanno la giusta competenza ed anche l’esperienza per affrontare i gravosi problemi del territorio che abbiamo ereditato e che cercheremo di affrontare con decisione perché negli anni si sono trasformati in vere e proprie emergenze. Partendo, innanzitutto, da un radicale cambiamento del contesto valoriale: si mette al centro il bene dei cittadini ed ogni scelta deve sempre rispondere al primato dell’interesse collettivo. Ringrazio i consiglieri comunali e le forze politiche che hanno anteposto gli interessi di Frattaminore alle legittime aspirazioni personali e legate ai singoli orticelli politici. E già questo modo di affrontare la composizione della giunta dimostra quanto il vento a Frattaminore sia cambiato e conferma le enormi potenzialità di questa maggioranza per scrivere in cinque anni una pagina di buon governo. Tutto ruoterà attorno al rispetto del programma, all’interesse generale ed alla legalità. Priorità irrinunciabili”. Giuseppe Bencivenga spiega anche perché al Bilancio ha scelto un “tecnico”. “Il Comune di Frattaminore vive una situazione preoccupante dal punto di vista finanziario e quindi c’era bisogno di un professionista che rappresentasse un valore aggiunto rispetto a quello di per sé importante rappresentato dalla locale classe dirigente. Un tecnico che deve preoccuparsi di risanare le casse del Comune, “pulire” il bilancio e certificare la copertura finanziaria ad ogni spesa che si deve affrontare. Con l’attuazione di una politica di rigore che punti prima ad incamerare le entrate e poi a programmare la spesa. Eliminando gli sprechi e valorizzando l’efficienza dei servizi”.

Ultima precisazione che dimostra, ancora una volta, quanto il sindaco e la coalizione di governo abbiano a cuore l’interesse generale, evitando persino di poter lasciare spazio a qualche conflitto di interessi. Non a caso, la delega all’Urbanistica è stata assegnata all’avvocato Saviano, vicesindaco, e non ad un tecnico. Proprio per evitare che eventuali interessi legati ad uno studio professionale che opera sul territorio potessero influire sulle decisioni dell’assessore, e quindi della maggioranza, che, al contrario, come detto, pretendono che sia esclusivamente garantito l’interesse generale. Ma allo stesso tempo, il settore strategico dell’Urbanistica è stato affidato comunque ad un assessore, Saviano appunto, che vanta all’attivo numerose esperienze amministrative e quindi già conosce il settore, i problemi e le virtù. E saprà di sicuro rilanciarlo rispetto a quanto, al contrario, è successo negli anni passati. Insomma, una partenza sprint e di qualità.  

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©