Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Sessa Aurunca, nuovo tavolo di lavoro convocato da Romano

Garigliano, bando per lo smantellamento della centrale

Entro il 20 dicembre la Sogin completerà l’iter burocratico

.

Garigliano, bando per lo smantellamento della centrale
28/11/2012, 10:34

SESSA AURUNCA - Convocato e presieduto dall’assessore regionale all’Ambiente, Giovanni Romano, è tornato a riunirsi il “tavolo della trasparenza” inerente le attività di smantellamento della centrale nucleare del Garigliano. La riunione, ospitata proprio presso la centrale che sorge in provincia di Caserta, è servita a fare il punto sulle attività di smantellamento e decontaminazione del sito finora realizzate dalla Sogin e ad illustrare il programma dei prossimi lavori. Particolarmente significativa è stata la partecipazione del ministero della Salute, che ha preso parte al tavolo, per la prima volta, e che ha recepito una puntuale richiesta della Regione finalizzata a fornire ai partecipanti al tavolo dati ed analisi scientifiche indispensabili a rendere efficace l’informazione ai vari portatori di interessi. “L’azione dell’assessorato - ha sottolineato Romano - vuole sempre più favorire la trasparenza e garantire risposte alle legittime richieste delle comunità locali che attraverso i sindaci, gli amministratori locali e le associazioni hanno bisogno di essere informate sulle attività in corso e su quelle programmate, avanzando suggerimenti e proposte che saranno tenute nella massima considerazione. Siamo convinti - ha proseguito l’assessore - che solo un percorso partecipato e condiviso possa davvero fugare dubbi e contribuire ad integrare al meglio il lavoro dei soggetti istituzionalmente preposti alle attività di dismissione che vanno condotte garantendo la massima sicurezza per il territorio di riferimento e la salute dei cittadini”. Per quanto riguarda l’iter, la Sogin, ovvero la società di Stato che si occupa della bonifica dei siti nucleari e della gestione in sicurezza dei rifiuti radioattivi, entro il 20 dicembre emetterà il bando per lo smantellamento dell’isola nucleare dell’impianto. All’incontro hanno partecipato, tra gli altri, i rappresentanti dell’autorità di controllo Ispra, dei ministeri dello Sviluppo Economico e della Salute, della Sogin, dell’Arpac, dei Comuni interessati, dell’Asl di Caserta, della Provincia di Latina nonché delle associazioni presenti sul territorio.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©