Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Il sindaco invita i cittadini a disertare la circumflegrea

Giarrusso: "Agiremo legalmente contro la Sepsa e l'Eav"

Crescono le polemiche degli utenti per i tagli alle corse

Giarrusso: 'Agiremo legalmente contro la Sepsa e l'Eav'
09/09/2011, 11:09

QUARTO (NA) - Continua la pressione del Sindaco di Quarto, Massimo Carandente Giarrusso, sulla SEPSA a tre giorni dall'entrata in vigore del nuovo orario della Circumflegrea che prevede tagli alle corse e una fascia oraria ridotta e gravemente penalizzante per gli utenti. La proposta di un tavolo di concertazione coi sindaci dell'area flegrea ha trovato ampia diffusione e proprio in queste ore si sta lavorando per organizzare una riunione non solo coi sindaci di Pozzuoli, Bacoli e Monte di Procida ma anche con il primo cittadino di Giugliano. "Sono giorni che tentiamo di parlare con la SEPSA e con l'EAV senza ottenere risposta - tuona il Giarrusso- e ciò che sta accadendo è davvero grave non solo per gli utenti della Circumflegrea ma anche per tutta la città. Sono più di quarant'anni che la SEPSA occupa parte del nostro territorio con Km di binari lasciati all'incuria e al degrado, tre fermate talvolta pericolose e malgestite: ha spaccato in due la città, deturpandola, anche paesaggisticamente, in nome della modernizzazione; lo stesso ente ha pressato per anni, spingendo per la costruzione del secondo binario ma, visto ciò che sta per accadere io mi chiedo: a cosa serve il secondo binario per una tratta ferroviaria scomoda e inutile come lo diventerà la circumflegrea a seguito dei tagli alle corse?". E, lo stesso primo cittadino quartese, lancia un appello ai cittadini e un monito alla SEPSA. "Invito tutti i cittadini, utenti della Circumflegrea a disertare le corse in questi giorni, a muoversi, se possibile, con la Metropolitana; io mi attiverò in tutte le sedi opportune e stiamo valutando come e se è possibile agire legalmente contro l'ente SEPSA e l'EAV per danni morali e danni materiali: con i previsti tagli alle corse la Circumflegrea diventerebbe un mezzo di trasporto scomodo, inutile e non conveniente visto anche l'ultimo aumento dei biglietti; un "serpente" di ferro inutile nel cuore della città".

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©