Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Tra sogni e aspettative

Giovani Democratici brindano al futuro


Giovani Democratici brindano al futuro
17/07/2010, 11:07

POZZUOLI- Hanno aperto le loro porte e si son mostrati alla città, con i loro sforzi per ottenere una segreteria ed un appoggio di sede. Sono i Giovani Democratici nell’ ufficio del PD di via Cavour. Hanno brindato all’anno appena concluso, al movimento che cresce, e al programma da costruire per i prossimi mesi che li vedranno impegnati sul territorio e in una campagna elettorale che si prospetta faticosa, forse più delle altre.
Territorio, futuro, turismo, lavoro, rilancio. Queste le parole che si sono inseguite nel discorso del segretario cittadino dei GD, scelto dal provinciale del movimento, Marco Di Falco.
Su queste si dovrà lavorare, creare un programma. “Il gruppo deve crescere ancora di più, dobbiamo essere il vero ricambio generazionale” ha poi concluso Di Falco.
Nei saluti anche Valerio Di Pietro, segretario provinciale dei GD, che ha cercato di far capire la loro posizione nei confronti dei dirigenti “adulti” del partito: “Vogliamo un posto in lista per le prossime amministrative, ed essere rappresentati ed ascoltati in Consiglio”.
Un appello che è stato accolto dal segretario cittadino, Enzo Figliolia, presente per un saluto durante la serata, che ha controbattuto asserendo: “Nel direttivo cittadino, composto da 50 membri voi giovani avete avuto un posto e lo avrete anche in lista, sta a voi saper acquisire consensi e farvi la campagna elettorale. È importante che stiate crescendo, l’appoggio del PD sapete di averlo e potete contarci. A voi oggi spetta il compito di essere un ricambio, di creare una nuova mentalità che porti a non identificarsi più all’interno del partito per aree e correnti, ma creando la propria individualità di pensiero, evitando errori di cui oggi paghiamo conseguenze. Puntate innanzitutto sul senso di appartenenza, valorizzando quello che è il senso civico, che abbiamo ormai perso in questa città”.
Presenti al brindisi molti ragazzi, la speranza del cambiamento nei propri occhi. Forse una rivoluzione che sia innanzitutto prima personale e poi di società.
Presenti gli altri movimenti giovanili politici di Pozzuoli, come l’UDC e Sinistra, Ecologia e Libertà.
Riccardo Volpe per SEL ha dichiarato: “Siamo contenti che in città nascano movimenti giovanili nuovi e con la voglia di fare. Ci auguriamo, come già è stato detto, che proprio tra i movimenti giovanili si superino le logiche della legittimità calata dall'alto e delle correnti di partito.  L'unica legittimità deve venire dal basso. Abbiamo un dovere: contribuire al miglioramento della politica locale e non. E' bene, in qualsiasi organizzazione, che i giovani non siano una parte del partito staccata da tutte le dinamiche, ma che riescano ad incidere come forza giovane alle scelte di tutto il partito. Questa deve essere la vera sfida.”
 Silvia Prato, responsabile giovani UDC ha invece “augurato innanzitutto buon lavoro ai giovani democratici e auspichiamo in futuro che ci sia collaborazione su obiettivi concreti come il miglioramento del nostro territorio".
Una sfida che parta dal basso, capace di rivoluzionare lo scenario attuale, e di incidere su meccanismi consolidati, e forse obsoleti, di partiti, troppo incancreniti su scelte di posizionamenti dei vari membri, puntando realmente al miglioramento della società. Questa la sfida. Il primo banco di prova le prossime amministrative: sarà reale l’appoggio del partito fino ad allora? Saranno per l’ennesima volta i giovani soltanto un sostantivo rafforzativo da usare in campagna elettorale? I Giovani Democratici sembrano ben convinti di poter rivoluzionare gli spazi, fino ad oggi troppo stretti, concessi loro.

 

 

 

 

 

 

Commenta Stampa
di Elisabetta Froncillo
Riproduzione riservata ©