Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Riflettori puntati sull’istituzione del foro di Napoli Nord

Giustizia, nuovo sciopero degli avvocati dall’8 al 16 luglio

Penalista sammaritano appende toga a balcone abitazione

.

Giustizia, nuovo sciopero degli avvocati dall’8 al 16 luglio
29/06/2013, 10:41

SANTA MARIA CAPUA VETERE - Otto giorni di astensione dalle udienze, dall’8 al 16 luglio prossimi. A darne notizia è l’Oua, ovvero l’organismo unitario dell’avvocatura, che resta in attesa dell’incontro, fissato per mercoledì prossimo, con il ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri. “Crediamo che sia giunto il momento di ritornare a privilegiare l’interesse generale” dichiara il presidente dell’Oua, Nicola Marino. Che aggiunge: “In questo contesto s’inserisce anche il caso, non l’unico, del nuovo costoso tribunale di Aversa, in provincia di Caserta. Una struttura che dovrebbe soddisfare un’utenza che è, oltretutto, della provincia limitrofa, quella di Napoli nord”. Un tribunale che, a detta di Marino, non ha alcuna ragion d’essere e che è “la dimostrazione dell’irrazionalità di questa revisione della geografia giudiziaria e della scarsa volontà di partiti e Governo a dialogare con l’avvocatura e di voler davvero avviare una modernizzazione sul territorio della rete degli uffici giudiziari con una razionalizzazione dei costi, preservando la tutela dei diritti e i servizi per i cittadini”. Intanto, in segno di protesta, l’avvocato Mauro Iodice, noto penalista, ha appeso la toga delle udienze al balcone della sua abitazione che sorge proprio di fronte al Palazzo di Giustizia, in quel di Santa Maria Capua Vetere. “Io protesto - sostiene il penalista - contro una scellerata politica in materia di geografia giudiziaria e contro il mancato potenziamento del tribunale di Santa Maria Capua Vetere per favorire la divisione del territorio della provincia di Caserta con l’istituzione del tribunale di Napoli Nord. La mia toga – assicura Iodice – resterà appesa al balcone di casa mia, di fronte al tribunale penale, per simboleggiare il vilipendio della stessa ad opera del Governo”.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©