Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Gruppo di esperti per finanziamenti comunitari, statali, regionale e provinciali


Gruppo di esperti per finanziamenti comunitari, statali, regionale e provinciali
06/08/2010, 15:08

Con la delibera di Giunta comunale n. 39 del 18 marzo 2010 si è integrato il “Regolamento degli Uffici e dei Servizi” del comune, costituendo una Unità di progetto per l’accesso ai finanziamenti comunitari, statali, regionali e provinciali. Lo staff è costituito da Gabriele Capone che ne è il coordinatore, dal responsabile del Settore finanziario Gianluigi Di Ronza e dal dirigente del settore informatico del comune di Sant’Antimo Giuseppe Sorgente. All’unità di lavoro, di volta in volta, secondo la complessità e la natura dei procedimenti da realizzare, si affiancano le altre professionalità dell’ente specifiche nel settore di competenza del finanziamento.
Il primo bando oggetto dell’attenzione dello staff è stato quello emanato con decreto n. 388/2009 dalla Regione Campania “Bando per l’assegnazione di contributi agli Enti Locali per la realizzazione di progetti di sicurezza urbana integrata – Legge regionale n. 12 del 13 giugno 2003”. Il progetto presentato dal titolo In Villa… out Villani per l’importo di centomila euro, ha come obiettivo il recupero della villa comunale Diego Del Rio come spazio di aggregazione sociale, promuovendo, in collaborazione con le scuole, le associazioni e le parrocchie della comunità santantimese, attività di animazione, ricreative, artistiche, educative, culturali, ludiche, sportive e interculturali, azioni che permetteranno di migliorare la percezione della villa comunale come spazio sociale, nei confronti del quale il cittadino avverta un senso di appartenenza, percependo forte la presenza e il supporto dell’istituzione comunale, e dissuadendo in tal modo le manifestazioni di inciviltà e di criminalità diffusa.
Successivamente è stato presentato un progetto a valere sull’Obiettivo Operativo 2.1 “Realizzare iniziative in materia di impatto Migratorio” del PON Sicurezza per lo sviluppo. Obiettivo convergenza 2007-2013. Il piano, molto ambizioso, per un importo di due milioni di euro da finanziare, prevede la realizzazione di un centro polifunzionale sede di corsi di orientamento, corsi professionali, laboratori linguistici, internet interculturale e altri servizi per immigrati regolari in una struttura che sarà realizzata nell’area di un edificio confiscato alla criminalità organizzata in via Galileo Galilei. Nel contempo, si è richiesto un finanziamento per la ristrutturazione dell’edificio ex ECA in via Lava, che dovrà ospitare al primo piano un modernissimo e attrezzatissimo poliambulatorio sanitario da destinare alle cure dei cittadini immigrati regolari. Questo progetto ha superato già la prima fase di esami da parte della Prefettura e degli organi regionali ed entro la fine di questo anno si auspica che possa avere il via libera definitiva da parte del Ministero dell’Interno.
Negli ultimi giorni di giugno è stato invece presentato al Ministero dello Sviluppo Economico, dipartimento per l’Energia, un progetto rientrante nel Programma Operativo Interregionale (POI) – Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013 – Interventi a sostegno della produzione di energia da fonti rinnovabili nell’ambito dell’efficientismo energetico degli edifici e utenze energetiche pubbliche o ad uso pubblico”. Il progetto, per l’importo di circa seicentomila euro, prevede la realizzazione di un impianto di produzione di energia elettrica, tramite conversione fotovoltaica, integrato nella copertura della scuola elementare primaria Giacomo Leopardi.
Sulla stessa linea verde è il progetto che si è presentato a metà luglio dal titolo “Il Sole a Scuola” per l’importo di quaranta mila euro, nell’ambito del programma nazionale per la promozione dell’energia solare promosso dal Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare – Direzione generale per la salvaguardia ambientale. Il progetto presentato prevede l’istallazione sulle tre scuole medie di Sant’Antimo (compresa la succursale di via Piave della Giovanni XXIII) di pannelli solari per la produzione di circa 2 KW di energia elettrica.
Sempre nel mese di luglio è stata presentata alla Regione Campania la richiesta di contributo per circa centomila euro per realizzare una campagna contro il randagismo dei cani, che prevede peraltro interventi massicci di sterilizzazione, di vaccinazione e di cure per gli amici a quattro zampe in difficoltà. Interessante nell’ambito del finanziamento, sono i fondi resi disponibili per migliorare e aumentare la sensibilizzazione dei giovani in età scolastica.
Infine entro il mese di ottobre il comune di Sant’Antimo parteciperà al bando emanato dal Ministero dell’Ambiente, che consentirà la realizzazione di parcheggi attrezzati riservate alle biciclette, la fornitura di biciclette elettriche a pedalata assistita, l’installazione di colonnine elettroniche per la ricarica delle biciclette, impianti ad energia rinnovabile a supporto del servizio bike sharing, la realizzazione di sistemi informatici e di rete per la gestione e il monitoraggio remoto delle bici e, infine, iniziative di comunicazione, formazione ed informazione inerenti alle fonti rinnovabili e alla mobilità sostenibile, in particolare alla diffusione della cultura della bicicletta.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©