Provincia / Ercolano

Commenta Stampa

Mercoledì 27 Aprile ci sarà un'assemblea aperta

I avoratori della Tess ancora in agitazione


I avoratori della Tess ancora in agitazione
22/04/2011, 16:04

ERCOLANO- Continuano ad oltranza, come avevano promesso, le iniziative da parte dei lavoratori TESS Costa del Vesuvio S.p.A. per cercare di arginare il fenomeno occupazionale, che versa in condizioni difficili e mette a rischio molti posti di lavoro. Per tenere alta l’attenzione degli organi istituzionali sociali ed economici del territorio hanno infatti  organizzato un’assemblea aperta prevista per mercoledì 27 aprile presso la sede di Villa Ruggiero in via A.Rossi  ad Ercolano alle ore 11.00. Questa assemblea rappresenterà l’occasione da parte dei lavoratori di spiegare ancora una volta le ragioni della protesta e raccogliere il contributo dei rappresentanti delle istituzioni, del sindacato e del tessuto imprenditoriale del territorio e per chiedere con forza all’azionista di maggioranza e agli altri soci, interventi risolutivi per scongiurare l’eventuale attivazione delle procedure di scioglimento della società e rilanciarne le attività a favore dello sviluppo del territorio. La società,  partecipata per il 52% dalla Regione Campania che da tempo non invia i pagamenti all'azienda, tra l’altro già deliberati e rendicontati, ormai da un anno vive una situazione di gravissima crisi finanziaria con la conseguente ripercussione sulle commesse e le attività, e soprattutto sugli stipendi dei dipendenti che dall’inizio dell’anno non percepiscono soldi e che vivono nella più totale incertezza sul loro futuro occupazionale. Nonostante lo stallo continuano intanto le  totonomine per decretare la successione di Leopoldo Spedaliere, tra i papabili c’è Luciano Passariello, ex consigliere regionale del Pdl, e  Alberto Irace, ex vicesindaco Pds di Castellammare di Stabia, ex presidente dell’Ente d’ambito Sarnese Vesuviano.

 

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©