Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Un cartello anonimo affisso davanti alla caserma

I “casalesi onesti” ringraziano i militari dell’Arma

Il messaggio: “Grazie del lavoro che state facendo”

.

I “casalesi onesti” ringraziano i militari dell’Arma
31/01/2013, 10:39

CASAL DI PRINCIPE - Un attestato di stima e di ringraziamento nei confronti dei carabinieri è stato espresso da anonimi cittadini con un cartello affisso vicino alla caserma di Casal di Principe, avamposto di frontiera nella lotta alla camorra casalese. Un gesto coraggioso se si considera che nella città ritenuta la roccaforte della cosca l’omertà e talvolta la complicità nei confronti dei camorristi la fanno da padroni. “Grazie del lavoro che state facendo. Noi, i casalesi onesti crediamo nel cambiamento. Grazie”. Il cartello, posto nella notte dai cittadini casalesi ha provocato soddisfazione negli oltre 100 carabinieri che operano nella caserma di via Vaticale. “Queste parole - fanno sapere dall’Arma - sono un chiaro riferimento all’attività svolta dall’Arma di Casal di Principe ed in particolare alle operazioni di servizio portate a termine negli ultimi tempi. Si ricorda ad esempio l’arresto di Carmine Schiavone, reggente dell’omonimo clan capeggiato da Francesco 'Sandokan' eseguito lo scorso 21 gennaio”. I militari ricordano anche i due arresti di affiliati al clan dei Casalesi ritenuti responsabili dell’omicidio di Raffaele Zippo, che sembrava ormai archiviato, dopo 11 anni dalla sua esecuzione proprio a Casal di Principe. Dalla caserma del Comando provinciale di Caserta sostengono che "l’attenzione dei carabinieri - costantemente diretti e coordinati dalla Dda di Napoli e dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere – è stata rivolta anche nei confronti di altri affiliati al clan dei Casalesi che il 17 gennaio sono stati destinatari di un decreto di fermo per estorsioni ai danni di imprenditori dell’agro aversano”.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©