Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Baldi: "Lottiamo perché i disabili abbiano una vita libera"

I Ragazzi della Barca di Carta: "Più integrazione a Pozzuoli"

L'appello del sodalizio per le persone affette da disabilità

I Ragazzi della Barca di Carta: 'Più integrazione a Pozzuoli'
28/02/2011, 14:02

POZZUOLI (NA) - Cresce sul territorio flegreo il ricco calendario di attività messo in campo dall’associazione di volontariato “I Ragazzi della Barca di Carta”, nata per sensibilizzare la cittadinanza sui temi della disabilità e dell’integrazione. Il sodalizio puteolano, guidato da Francesco Baldi, si avvale del partenariato di tre enti associativi: l’associazione Culturale Napoli Ovest, l’associazione Giovanile di Volontariato Giacinto Onlus e l’associazione teatrale “L’Arcobaleno bianco”. Di grande rilevanza l’appoggio del Cgh (Coordinamento Genitori portatori di Handicap) con sede nel quartiere popolare del Rione Toiano. “I Ragazzi della Barca di Carta, attraverso Radio Azzurra, eletta radio ufficiale dei portatori di handicap, esprimono tutte le proprie emozioni, dando voce a chi molto spesso non riesce ad averla in una realtà, ricca di pregiudizi e barriere mentali. Molto probabilmente a breve potremmo avere un segnale Fm anche sul territorio flegreo, per ora è possibile però sentirli in diretta mediante l’indirizzo internet http://www.radioazzurracf.youstream.fm” dichiara il presidente Baldi che, con la giornata della disabilità, organizzata nel mese di dicembre presso l’Accademia Aeronautica di Pozzuoli, ha sancito il suo impegno continuativo nel raggiungimento dell’accessibilità all’ambiente fisico, sociale, economico e culturale, all’informazione e alla comunicazione, per permettere alle persone con disabilità di godere pienamente di tutti i diritti umani e libertà fondamentali. Un progetto importante, dunque, che vede scendere in prima linea le fasce più deboli del territorio; il sodalizio mira infatti a far vivere questo programma radiofonico come un’esperienza di formazione e terapia. “Il programma- prosegue Baldi- offre ai ragazzi l’opportunità di conoscere questo mezzo di comunicazione e di utilizzare queste occasioni per fare laboratorio”. Affrontare le tematiche legate al mondo della disabilità attraverso la voce dei protagonisti e dunque conoscere questo universo complesso, attorno al quale gravitano tante volte luoghi comuni e informazioni errate. Sono questi gli obiettivi dell’associazione puteolana “I Ragazzi della Barca di Carta”, che intende promuovere l’autonomia e l’inclusione sociale delle persone con disabilità attraverso la loro partecipazione al mondo radiofonico. “Lottiamo per ottenere ciò che appartiene a tutti: una vita quotidiana libera ed indipendente – chiosa il presidente - I nostri ragazzi desiderano solo un po’ di attenzione paritaria e mi sembra che non ci voglia molto se ci sono l’umiltà , meno protagonismo ed egoismo economico. In fondo alla fine di questa vita siamo tutti nella stessa barca”.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©