Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Il sindaco quartese interviene nella questione di Melfi

'Il Comune di Quarto non acquisterà più auto della Fiat'


'Il Comune di Quarto non acquisterà più auto della Fiat'
24/08/2010, 14:08

QUARTO (NA)  - Lo scontro tra la Fiat e i tre operai licenziati e poi riassunti, tramite la sentenza del giudice del lavoro nello stabilimento di Melfi balza in primo piano anche nella casa comunale di via De Nicola, a Quarto.
"Il Comune di Quarto non acquisterà più né stipulerà contratti di leasing, usando auto con il marchio Fiat per le sue autovetture di servizio. Quanto sta avvenendo in questi ultimi giorni nello stabilimento Fiat di Melfi è qualcosa che lascia non pochi amareggiati. E' assurdo che una multinazionale come la Fiat abbia deciso di non dare seguito ad una sentenza pronunciata dalla magistratura italiana, calpestando di fatto i diritti e la dignità dei lavoratori, di tutti i lavoratori. La nostra cittadina, che in passato ha annoverato tra i suoi abitanti centinaia di lavoratori impegnati nello stabilimento Fiat di Pomigliano d'Arco e nelle varie aziende dell'indotto, è indignata per questo comportamento deciso dai vertici della Fiat. Per tale motivo abbiamo deciso che il comune di Quarto non acquisterà mai più, come auto di servizio, vetture prodotte dalla casa automobilistica torinese. I nostri messi comunali, i tecnici dell'Utc ed i vigili urbani si spostano su utilitarie Fiat, ma tutto ciò non accadrà più". Con queste parole il primo cittadino di Quarto, Sauro Secone, bacchetta i vertici del Lingotto.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©