Provincia / Ischia

Commenta Stampa

Il popolo di Procida si mobilità a difesa di Elisabeth


Il popolo di Procida si mobilità a difesa di Elisabeth
28/02/2012, 11:02

Il popolo di Procida si mobilità a difesa del diritto alla casa di Elisabeth, la signora vedova, povera e sola a cui lo Stato ha deciso di abbattere la casetta di appena venti metri quadrati nella quale vive ormai da oltre quindici anni. Dopo la riuscitissima assemblea popolare tenutasi nei giorni scorsi alla presenza di Domenico Savio e dell’Avvocato Bruno Molinaro, il Movimento per il diritto alla Casa della Regione Campania guidato dallo stesso Savio, ha indetto una manifestazione di protesta che si terrà a Procida giovedì 1° marzo a partire dalle ore 17.00 con concentramento in via Roma nel piazzale davanti alla Chiesa della Pietà, proprio nei pressi del porto. Sarà una manifestazione di piazza con la quale oltre a solidarizzare con la signora Elisabeth si chiederà l’immediata sospensione delle tragiche demolizioni delle prime case di necessità. Saputo dell’organizzazione del corteo che percorrerà le strade principali dell’isola di Graziella, attraverso le telecamere della web-tv di Procida, Elisabeth ha voluto fare un appello agli ischitani affinché partecipino alla manifestazione. “Io valgo meno di un barbone, ha detto Elisabeth, per questo dico che se aiutate a me, aiutate a tutti. Invito il popolo ischitano a starmi vicino e venire alla manifestazione che sta organizzando Gennaro. Io vi ringrazio con tutto il cuore, vi voglio un bene dell’anima perché mi sento legata a quest’Isola”. Un appello che non ci ha sorpreso più di tanto perché Elisabeth ci aveva raccontato del suo stretto legame con l’isola d’Ischia essendovi nata la sua unica figlia. La speranza è che così come avvenuto per il drammatico sequestro dei marittimi tenuti prigionieri sulle navi “Savina Caylyn” e “Rosalia D’Amato”, il popolo di Procida faccia sentire forte l’affetto e la solidarietà a questa donna umile e onesta che rischia di perdere l’unico bene che possiede. Una casa piccolissima senza la quale Elisabeth sarà condannata ad arricchire la schiera dell’impressionante esercito dei clochard che nel nostro Paese vivono all’addiaccio disseminati sotto i ponti e nelle stazioni ferroviarie e tutti noi, ma proprio tutti, abbiamo il dovere civico e morale di evitarlo. Senza se e senza ma!!! Questo è il programma della manifestazione: dalle ore 17,00 concentramento in via Roma nel piazzale davanti alla Chiesa della Pietà; ore 18,00 partenza del corteo, che percorrerà le seguenti strade e piazze: via Roma, via della Libertà, piazza della Repubblica, via Vittorio Emanuele e piazza Olmo, dove si terrà il comizio conclusivo. Cittadini di Procida e dell’isola d’Ischia, non mancate. PER GLI ISCHITANI L’APPUNTAMENTO PER LA PARTENZA E’ SUL PORTO D’ISCHIA ALLE ORE 15,10 Per i cittadini dell’isola d’Ischia che parteciperanno alla manifestazione, l’appuntamento è fissato per le ore 15.10 di giovedì 1 marzo 2012 sul porto d’Ischia lato Banchina Olimpica da dove si partirà alla volta di Procida con la nave Caremar.

Commenta Stampa
di Gennaro Savio
Riproduzione riservata ©