Provincia / Ercolano

Commenta Stampa

Il primo cittadino traccia un bilancio di 5 anni di governo

Il sindaco Nino Daniele si congeda dalla città


.

Il sindaco Nino Daniele si congeda dalla città
19/02/2010, 16:02

ERCOLANO – Si è simbolicamente congedato dalla città che ha amministrato per cinque anni, il sindaco di Ercolano Nino Daniele. Durante un incontro pubblico tenutosi nella serata di ieri, il primo cittadino della città degli Scavi, ha tracciato un bilancio di fine mandato. 
Tra qualche giorno, infatti, si concluderà l’era dell’amministrazione targata Nino Daniele caratterizzata da una serie di successi e forse qualche rimpianto. “ Posso dire con fierezza e orgoglio –afferma Daniele- che questi cinque anni in cui ho esercitato il ruolo di sindaco della città, sono stati anni di cambiamento; il mio non è stato un governo per “galleggiare”, per restare comunque a galla ma orientato a cambiare nel profondo alcune cose. Certo resta il rimpianto per qualcosa che non siamo riusciti a fare, ci sono delle criticità ancora non risolte. Tuttavia credo che in sintesi si possa dire che questi cinque anni sono stati per Ercolano anni di cambiamento”.
Lo sviluppo della cultura della legalità e la lotta alla criminalità sono stati di sicuro due elementi che hanno caratterizzato l’amministrazione Daniele. “Legalità e sicurezza –dice il sindaco- sono un bene  fondamentale, senza queste due questioni non c’è nessuna possibilità di sviluppo. Pensare il contrario è pura demagogia: o le cose funzionano in modo trasparente  e legale, o c’è la sicurezza per chi vuole investire e aprire un’attività economica o sono garantiti i beni fondamentali per i cittadini, oppure una città resta invivibile e la gente tende a fuggire. Combattere per la legalità e vincere la battaglia per la sicurezza era la vera sfida; io credo che abbiamo raggiunto dei risultati importanti e oggi possiamo dire che Ercolano è un modello in tutta la Regione Campania”.
In molti avrebbero voluto che il sindaco Daniele rimanesse in carica per un secondo mandato; il primo cittadino però ha già annunciato che non si ricandiderà. “Avevo fatto un patto con i cittadini di Ercolano –spiega Nino Daniele- per 5 anni avrei dedicato tutto me stesso a questa città; l’ho fatto senza risparmio, non ho badato ad espormi su nessuna questione assumendomi pienamente qualsiasi responsabilità. Sono stato sempre “testa alta e schiena dritta” sulla mia scrivania di sindaco ad affrontare i problemi più spinosi a volte anche andando controcorrente. Credo dunque di aver mantenuto il mio impegno e di aver corrisposto allo straordinario moto di fiducia che ci fu 5 anni fa, quando l’80% dei cittadini mi votò come sindaco. Al patto con la città credo quindi di aver corrisposto”. E in merito alla futura possibile avventura al consiglio regionale della Campania Daniele conclude: “Nel corso di questi anni c’è stata una critica profonda al governo di centro sinistra. Oggi facendo tesoro degli errori commessi, stiamo imprimendo una svolta dimostrando di essere i più rigorosi nel volere il cambiamento. E credo che anche quanto fatto qui ad Ercolano possa contribuire a questa svolta”

Commenta Stampa
di Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©