Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Questa mattina il tavolo con le forze dell'ordine

Imprese e sviluppo, istituzioni a confronto

Pollini: 'Se vive il commercio, vive la città'

.

Imprese e sviluppo, istituzioni a confronto
02/07/2012, 13:07

CASERTA - ‘Se vive il commercio, vive la città’. E’ lo slogan adottato dalla Confesercenti di Caserta per sollecitare istituzioni e forze dell’ordine a collaborare, ciascuna per il proprio settore di competenza, all’individuazione di iniziative e strategie per agevolare i commercianti e rendere così la città più controllata , più sicura e più vivibile. ‘Le imprese di Terra di Lavoro – spiega Pasquale Giglio, direttore regionale di Confesercenti Campania – sono appesantite da molti ostacoli. Il riferimento va alle difficoltà di accesso al credito ma anche al clima di insicurezza generato dagli episodi di criminalità organizzata. Scippi e rapine ma anche racket e contraffazione sono i nemici giurati delle attività commerciali e imprenditoriali che vanno invece sostenute con una rinnovata cultura della legalità’. Qualche timido passo in avanti, secondo gli addetti ai lavori, comincia a intravedersi. Negli ultimi mesi è cresciuto infatti il numero degli imprenditori che hanno avuto il coraggio di denunciare i loro strozzini. Ma la denuncia da sola non basta, secondo i commercianti, che chiedono di implementare la videosorveglianza, di aumentare i controlli e di poter contare su agevolazioni per poter portare avanti con maggiore snellezza la propria attività. ‘Diffondere la cultura della legalità – dichiara dal canto suo Maurizio Pollini, presidente provinciale di Confesercenti Caserta -  significa fare cultura di impresa. Occorre lavorare tutti nella stessa direzione per ottenere i risultati tanto attesi’.

Commenta Stampa
di Daniela Volpecina
Riproduzione riservata ©